• SPERANZA

 

Matteo 8, 8

[8] Ma il centurione riprese: "Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto, dì soltanto una parola e il mio servo sarà guarito."

 

 


RIFLESSIONI:

 

Un Centurione romano avvicinava Gesù e gli chiede la guarigione di un suo servo. Egli aveva sicuramente sentito parlare di Gesù, forse lo aveva già incontrato; certamente aveva riconosciuto la diversità del potere di quest'uomo dal suo: a Lui infatti, obbedivano quegli elementi sui quali neppure Roma aveva potere. Gesù accoglie la sua preghiera ed è disposto a seguirlo anche nella sua casa,... ma il centurione teme di essere importuno: "Signore non stare a disturbarti, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto... ma comanda e il mio servo sarà guarito". Queste parole gettano nello stupore Gesù: "Io vi dico che neanche in Israele ho trovato una fede così grande".

 

 

 

 


Privacy Policy