Santi  Beati e Venerabili                                                                                

Indice alfabetico

Aelred, AgneseAgostino, Alberione, Alberto Magno, Alessandro di Alessandria Alessandro di Bergamo Alessio, Alfonso  de Liguori, Ambrogio Angela da Foligno, Anna, Anna Caterina Emmerick, Antonino abateAntonio abate, Barbara, BasilioBenedetto, Benedetto il Moro, Bernardo di Chiaravalle, Bernardo da Corleone, Bernadette, Brigida, Caterina, Caterina Labouré, Caterina da BolognaCecilia Chiara, Cristina di Bolsena, Domenica dal Paradiso, Domenico LentiniDomenico Savio, Edith SteinEfrem, Espedito, Eustochia,  Faustina_Kowalska, FeliceFelicita, Francesco d'Assisi, Francesco Saverio, Francesco SpotoGabriele Ferretti,  Gaetano, GalganoGemma Galgani,  Gennaro, Gerardo, Giacomo AlberioneGiacomo il Maggiore, Gioacchino da Fiore, Giovanna D'Arco Giovanni Battista, Giovanni Bosco, Giovanni CrisostomoGiovanni d'Avila, Giovanni Eudes, Giovanni Maria Vianney "il Santo curato d'Ars", Giovanni Paolo II Giovanni XXIII Giuliano Giuseppe, Giuseppe lavoratoreGiuseppe da CopertinoGiuseppina Bakhita,  Gregorio, Gregorio Nazianzeno, Ildegarda, Ireneo, Leone,  Lucia, Luigi GonzagaLuigi Maria Grignion de Monfort, Marco, Margherita da Cortona, Margherita Maria Alacoque, Margherita d'Ungheria, Margherita di Scozia, Maria della CroceMaria egiziaca, Maria GorettiMaria Teresa di Gesù (Maria Scrilli), Marina, Martino,  Matilde, Michele Agostino Pro, NicolaOreste, Padre PioPerpetua, Pietro Crisologo, Pino Puglisi, Raffaele da Sant'Elia, Rita,  Rosalia, Rosa da Lima, Rosa da Viterbo, Silvestro AbateSilvestro Papa Tecla di Iconio, Tecla di Kitzingen, Teresa Benedetta della Croce, Teresa d'Avila, Teresa di Calcutta, Teresa di Lisieux, TommasoUmile, Valentino, Vitale Vito, Zenobio

La santità è un fenomeno propriamente cattolico (romano e ortodosso). Essa presuppone la possibilità per l’uomo di essere perfetto, come si legge in Matteo 5, 48. 
Ma cosa significa essere perfetto? L’uomo sa di essere imperfetto e di dover morire: una coscienza che non si cancella neppure nei momenti di esaltazione per il successo o qualsiasi altra causa. Il venire dal nulla e il dover ritornare nel nulla entro una breve parentesi di vita è un’opinione comune che ha fondamento nell’esperienza. Per poter pensare alla perfezione dell’uomo, alla sua santità, è necessario credere ad una vita diversa da quell terrena, una vita perfetta. Per i cristiani è la vita divina. La vita stessa di Dio.
Ma Dio ha deciso che il Verbo, in suo figlio unico, si faccia uomo: così la divinità partecipa nel Cristo dell’umanità. Questo evento dell’incarnazione ha creato la possibilità per l’uomo di diventare Dio, per la vita umana di partecipare alla vita divina. È un evento cui presiede lo Spirito di Dio, perché l’uomo con le sue forze non potrebbe mettere in atto la potenzialità che l’incarnazione ha creato nel suo essere.
La santità è appunto il verificarsi di questo movimento di risposta dell’uomo, per via dello Spirito Santo, all’iniziativa dell’incarnazione. 
Il grande
Ireneo di Lione nel secolo II disse: Dio si è fatto uomo perché l’uomo diventasse Dio.

.
Navigare sul Web per trovare la strada della santità?

È vero che su Internet circolano una quantità di cose poco raccomandabili. E non è del tutto falso che anche iniziative, siti, portali e chat di apparente matrice religiosa non sempre sono immuni da ambiguità (venature integraliste, intimismi, spiritualismo ambiguo). Ma ci sono anche proposte de grande valore e bellezza, che aiutano a riscoprire veri tesori dell’esperienza cristiana. 
Ricordiamo le biblioteche virtuali in cui si possono leggere, ad esempio, i Padri della Chiesa. Ma altri siti aiutano a conoscere quelli che potrebbero essere considerati i nuovi padri e profeti.

Nella lettera apostolica Novo Millennio Ineunte Giovanni Paolo II scriveva:

...se il Battesimo è un vero ingresso nella santità di Dio attraverso l'inserimento in Cristo e l'inabitazione del suo Spirito, sarebbe un controsenso accontentarsi di una vita mediocre, vissuta all'insegna di un'etica minimalistica e di una religiosità superficiale... E' ora di riproporre a tutti con convinzione questa "misura alta" della vita cristiana ordinaria: tutta la vita della comunità ecclesiale e delle famiglie cristiane deve portare in questa direzione" (n.3 1).
Compito primario della Chiesa è accompagnare i cristiani sulle vie della santità, affinché, illuminati dall'intelligenza della fede, imparino a conoscere e a contemplare il volto di Cristo e a riscoprire in Lui la propria autentica identità e la missione che il Signore affida a ciascuno. In tal modo essi vengono "edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, avendo come pietra angolare lo stesso Cristo Gesù. In lui ogni costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore"(Ef 2-20-21).


Dottori della Chiesa

La chiesa cattolica pubblica l’elenco dei 33 nomi con l’indicazione della data di elezione a Dottore della Chiesa, le date che portano un asterisco indicano che questi Santi sono venerati anche dalla Chiesa d’Oriente, anche se presso di essa non esista il termine Dottore della Chiesa.

 


Venerabili e Testimoni

Santi e Beati

 

 

  
 


Privacy Policy