Zucca all'agrodolce
 

Questo piatto, tipico del capoluogo dell'isola, va comunemente anche sotto il nome di "ficatu ri sette cannoli". Pare, infatti, che anticamente i venditori ambulanti di Palermo sistemassero le loro bancarelle nel popolare quartiere della Vuccirla proprio vicino alla fontana del Garraffello. Reclamizzavano, poi, a gran voce la vivanda che offrivano agli operai con la metafora: "fegato dei sette cannoli" perché‚ la fontana del Garraffello aveva appunto sette cannelli.
La zucca gialla viene, in questo antipasto, abbinata all'agrodolce che è uno del caratteri principali della cucina siciliana. Ottenuto combinando lo zucchero con aceto o limone.
 

 

 Ingredienti
Per 4 persone:

  •  750 gr. di zucca gialla
  •  2 spicchi d'aglio
  •  alcune foglie di menta
  •  olio extra vergine d'oliva
  •  1 cucchiaino di zucchero
  •  sale e pepe quanto basta
  •  1 bicchiere d'aceto

Tagliate la zucca gialla a fette abbastanza regolari e friggetele in olio bollente, aggiungendo sale e pepe. Riponetele in un piatto ed eliminate parte dell'olio dalla padella.
Rimettete la padella sul fuoco ed aggiungete l'aceto e lo zucchero.
Mescolate con un cucchiaio di legno e tenete sul fuoco molto basso fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto. Spegnete e versate il tutto sulle fettine di zucca.
A questo punto aggiungete l'aglio schiacciato e la menta.
Fate raffreddare e servite in tavola.

 

Home page "Cucina siciliana"