Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

‘A cunzegna: una poesia di Totò

‘A cunzegna

‘A sera quanno ‘o sole se nne trase
e dà ‘a cunzegna a luna p’ ‘a nuttata,
lle dice dinto ‘a recchia- “I’ vaco ‘a casa:
t’arraccumanno tutt’ ‘e nnammurate”.

Totò (Antonio De Curtis)

.

La sera quando il Sole si ritira
e dà la consegna alla Luna per la notte,
le dice all’orecchio “Io vado a casa:
ti raccomando tutti gli innamorati.”

cielo_serale

Similar posts
  • Sarchiapone e Ludovico: una poesia di...
    Postare una bella immagine di un cavallo mi porta ad invitarvi alla lettura di un’amara poesia di Totò: Sarchiapone e Ludovico    In lingua originale Adattamento in lingua italiana Teneva diciott’anne Sarchiapone, era stato cavallo ammartenato, ma… ogne bella scarpa nu scarpone addeventa c’ ‘o tiempo e cu ll’età .Giuvinotto pareva n’inglesino, uno ‘e chilli cavalle […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.