La gotta fu in ogni epoca, una delle malattie tipiche delle classi abbienti, solo nei periodi di guerre e carestie, si registrava un regresso del male.
Ma tutto questo non caratterizzò la maggior parte dei siciliani, di povera estrazione, che consumavano carne una volta alla settimana.
Oggi il benessere è generale e tutti mangiano carne quando lo preferiscono: ma proprio per questo l’uricemia è in ascesa. Il benessere, dunque, ha i suoi lati negativi.
La bistecca dobbiamo pur mangiarla, di tanto in tanto. La nostra ricetta di oggi, è tra le più comuni, ma sempre piacevole e gradita risulta al palato dei buongustai.

.

biste

.

INGREDIENTI
Per 6 persone:

  • 6 bistecche
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio d’oliva
  • 100 grammi di olive verdi snocciolate
  • 100 grammi di peperoncino sottaceto
  • 1 sedano
  • 50 gr di capperi
  • 5 pomodori
  • 1 cucchiaio d’origano
  • sale e pepe.

.

Soffriggete l’aglio in una padella con l’olio, senza farlo bruciare, toglietelo e mettetevi le fette di carne.

Cuocete a fuoco vivo per circa 3 minuti da ambo le parti.
Aggiungete le olive, i peperoncini divisi a metà e privati dei semi, il sedano tagliato a dadini, i capperi salati, i pomodori pelati, tagliati a pezzettini, privati dei semi e sgocciolati.
Unite un pizzico di sale, il pepe e l’origano e lasciate cuocere sul fuoco per un paio di minuti.
Quindi scendete la carne dal fuoco con il suo condimento e servite.