Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Busiati con pesto di melanzane

I condimenti ricavati pestando nel mortaio, e diluendo in olii prodotti vegetali come basilico, aglio etc. non sono un’esclusività della cucina genovese. Se ne ritrovano varianti anche in Sicilia, e principalmente nel Trapanese.
Il pesto alla trapanese, manca del formaggio ma prevede l’aggiunta di pomodoro, di mandorle etc….
I busiati fatti in casa ne esaltano la ricchezza di sapori perchè se ne intingono al meglio. Il pesto di melanzane dà uno speciale “spessore” al condimento: la melanzana, infatti, entra nella cucina europea nel XIX secolo, ma era arrivata nel nostro contingente cinque secoli prima, introdotta dagli arabi.

.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 500 gr di busiati (pasta fresca)
  • 2 melanzane
  • 6 spicchi di aglio schiacciati
  • 100 gr di ricotta salata grattugiata
  • olio d’oliva extravergine
  • sale e pepe q.b.
  • basilico tritato abbondante.

bupes

Schiacciate l’aglio e ponetelo a macerare con abbondante olio per 10 ore circa. Nettate e tagliate a cubetti le melanzane senza privarle della buccia. Mettetele sotto sale e lasciate scolare per circa un’ora per eliminare il liquido amaro.
Risciacquatele abbondantemente, asciugatele e friggetele in olio bollente finchè non saranno ben dorate. Scolatele e pestatele insieme al basilico abbondante e ad un po’ di pepe fresco macinato.
Aggiungete al pesto, poco a poco, rimescolando continuamente, I’olio profumato all’aglio, eliminando gli spicchi.
Lessate le busiate, scolate e condite con il pesto spolverando con la ricotta salata grattuggiata.
Servitele ben calde su di un capiente piatto di portata.

Similar posts
  • La cucina siciliana – Premessa
    La cucina siciliana è intimamente collegata sia alle vicende storiche e culturali della Sicilia, sia alla vita religiosa e spirituale dell’isola. Si tratta infatti di una cultura gastronomica composita e multiforme, che mostra testimonianze e contributi di tutte le culture che si sono insediate in Sicilia negli ultimi due millenni. E’ possibile infatti riscontrare segni […]