Anche se internet e la televisione hanno avvicinato grande parte della popolazione mondiale ad un sapere condiviso, ci sono alcune curiosità storiche, statistiche e scientifiche che non vengono spesso mostrate o ripetute, e fanno parte delle “chicche del sapere” che più stuzzicano l’appetito dei curiosi. Queste 10, lungi dall’essere una benché minima frazione di queste curiosità, sono fra le più divertenti che abbiamo trovato.

  1. Cleopatra è cronologicamente più vicina allo sbarco sulla Luna piuttosto che alla costruzione delle Piramidi
    .
    ,
    Anche se molti di noi pensano all’Antico Egitto come un periodo abbastanza unitario, la storia del grande stato africano è assai lunga, e colloca la regina Cleopatra, l’ultimo sovrano egiziano, a circa 2.500 anni di distanza dalla costruzione delle grandi Piramidi, e a circa 2.000 dallo sbarco dell’uomo sulla Luna. Il paragone, per quanto abbastanza semplice di per sé, consente di comprendere quanto sia influente la curva dell’evoluzione tecnologica del genere umano, che per i 2.500 anni successivi alla costruzione delle Piramidi non fece balzi in avanti tanto impressionanti quanto si verificarono nei secoli successivi.
    .
  1. Mentre venivano costruite le Antiche Piramidi i Mammut erano ancora presenti sulla Terra.
    .
    .
    Anche i Mammut sono coinvolti cronologicamente con l’Antico Egitto, e se uno dei Faraoni avesse avuto la possibilità di raggiungere remote regioni della Siberia settentrionale avrebbe certamente incontrato gli ultimi esemplari di mastodonti, prima che sparissero definitivamente dalla faccia della terra circa 3.500 anni orsono.
  1. L’inno nazionale spagnolo, la “Marcha Real” non ha un testo ufficiale
    .
    .
    La Spagna è uno dei soli quattro paesi il cui inno non ha una scrittura del testo ufficiale. Gli altri sono la Bosnia-Erzegovina, il Kosovo e San Marino.
  1. Una piccola percentuale delle interferenze visibili sulla televisione fa parte della radiazione residua del Big Bang
    .
    .
    Chiamata “radiazione cosmica di fondo” è la radiazione elettromagnetica residua del Big Bang, l’esplosione che causò la nascita dell’universo circa 14 miliardi di anni fa.
  1. Lo sport nazionale del Maryland è la giostra
    .
    .
    I tornei con le battaglie si svolsero in periodo coloniale, ma il campionato dello stato del Maryland si svolge ininterrottamente dal 1950.
  1. Le narici si spengono
    .
    .
    Quando si respira attraverso il naso, una narice inspirerà sempre più aria rispetto all’altra, scambiandosi di ruolo ogni 15 minuti circa.
  1. Se si fondesse tutto l’oro del mondo starebbe in un cubo di circa 20 metri di lato.
    .
    ,
    Si stima che ci sia ancora una quantità d’oro fino a 52.000 tonnellate sotto la terra, e ancora di più nel suo nucleo, ma sarà quasi impossibile da raggiungere.
  1. Esistono più iterazioni possibili in una partita a scacchi che atomi nell’universo conosciuto.
    .
    .
    Il numero di Shannon, che prende il nome da Claude Shannon, è una stima della complessità del gioco degli scacchi, che calcola il numero di mosse possibili in 10120, sulla base di circa 103 mosse iniziali per il Bianco e il Nero, e un gioco tipico della durata di circa 40 paia di mosse. Shannon lo calcolò come parte del suo saggio del 1950 “Programmazione di un computer per giocare a scacchi
    Shannon stimò anche il numero di posizioni possibili delle pedine, raggiungendo la cifra di 1043. Questo include alcune posizioni non consentite (ad esempio, pedine sulla propria prima fila di scacchi, entrambi i re sotto scacco) ed esclude alcune posizioni seguenti alla cattura e alle promozioni del pedone. Tenendo conto anche di queste situazioni, Victor Allis ha calcolato un limite superiore di 5×1052 per il numero di posizioni, e ha stimato il numero reale in circa 1050. Allis stima anche la complessità del gioco come un numero di almeno 10123 mosse. Il numero di atomi nell’universo, una cifra con cui vengono spesso paragonate queste grandezze, è compreso fra 4×1079 e 4×1081, di molto inferiore.
  1. La scrittura fu sviluppata separatamente da molte culture diverse.
    .
    .
    Le forme primitive di scrittura includono i Sumeri, gli Egizi, i Maya, i cinesi, i polinesiani e le varie culture europee. Ogni cultura si avvicinò con un proprio sistema di parole, idee e suoni, che erano tutte rappresentazioni visive di quello che si osservava. Gli esempi più antichi di scrittura provengono dalla Valle dell’Indo, dalla Mesopotamia e dall’Egitto.
  1. Un fotone può impiegare circa 40 mila anni per raggiungere la superficie del sole partendo dal suo nucleo,
    .
    .
    ma impiega soltanto 8 minuti per arrivare sulla Terra.

.

Articolo di Matteo Rubboli tratto da: vanillamagazine.it