Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Eleonora d’Aquitania, la regina di due nazioni

di Angela Campanella

.

.

Eleonora d’Aquitania, la regina di due nazioni

.

.

Celebre ai suoi tempi per essere considerata la più bella donna d’Europa, Eleonora d’Aquitania (1122 – 1204) fu una delle grandi protagoniste del Medioevo.

Nata e cresciuta alla corte di Poitiers ed erede di uno dei più ricchi domìni europei – la contea di Poitou con i ducati d’Aquitania e Guascogna -, divenne moglie di Luigi VII di Francia e, in seconde nozze, di Enrico d’Angiò, che di lì a breve sarebbe salito al trono d’Inghilterra col nome di Enrico II.

In un’epoca nella quale le donne erano relegate a un ruolo servile, Eleonora riuscì ad abbattere le convenzioni sociali, giungendo ad assumere in prima persona l’esercizio del potere, per il quale aveva un’attitudine naturale.

Dapprima gradita e influente consigliera, Eleonora si dimostrò in seguito una formidabile nemica di Enrico, sobillando i figli alla rivolta contro il padre.

Punita dal marito con una prigionia durata 16 anni, seppe manifestare intatte le sue doti quando, a 67 anni, diventò reggente d’Inghilterra durante la crociata del figlio, Riccardo Cuor di Leone, governando il paese con grande saggezza ed equilibrio.

 Attingendo alle cronache monastiche e ai documenti originali dell’epoca, Alison Weir ha scritto una biografia attendibile ed equilibrata, arricchita da nuovi e sorprendenti dettagli storici e spogliata dalle leggende e dalle congetture che hanno spesso offuscato la reale figura della duchessa d’Acquitania.

 Tra crociate e guerre europee, intrighi di corte e lotte famigliari, disinvolti costumi sessuali e amore per le arti e la poesia, il libro ricostruisce un’esistenza lunghissima quanto controversa, restituendoci l’appassionato ritratto di una personalità straordinaria e, insieme, di un’epoca affascinante e irripetibile.

http://www.recensionidilibri.it/881787065X

.
Eleonora d’Aquitania al cinema

.

Leone d’Inverno (The Lion in Winter)

Peter O’toole, Katharine Hepburn, Anthony Hopkins, John Castle, Nigel Terry, Timothy Dalton, Jane Merrow, Nigel Stock, Kenneth Ives, O.z. Whitehead 

Regia: Anthony Harvey
Sceneggiatura: James Goldman 
Data di uscita1968 
Genere: Drammatico

.

Enrico II Plantageneto, re d’Inghilterra e di buona parte della Francia, ormai cinquantenne e preoccupato di quel che alla sua morte potrebbe accadere al regno – il più potente ed esteso d’Europa – sul finire dell’anno 1183 convoca in un castello bretone una riunione di famiglia, apparentemente per festeggiare il Natale, in realtà per risolvere la questione del suo successore.

Come tale, Enrico vuole imporre il figlio più giovane, Giovanni, dandogli in moglie perchè non si perda il dominio sulle terre d’oltre Manica – la propria amante, la principessa Alice, sorella di Filippo II, giovanissimo re di Francia.

 Ai propositi di Enrico si oppone la consorte, Eleonora d’Aquitania, che sostiene invece, come successore, l’altro figlio Riccardo.

 Favorendo un intrigo tra questi e Filippo ai danni del marito, Eleonora provoca la violenta reazione di Enrico, deciso a chiedere al Papa l’annullamento del matrimonio per poter sposare Alice e avere da lei un figlio veramente degno di succedergli.

 Per parare la minaccia e non doversi separare da Enrico (per il quale, nonostante le offese e le umiliazioni subite, l’amore di un tempo non è del tutto svanito) Eleonora gli oppone, uniti, Giovanni, Riccardo e il terzo figlio, Goffredo.

 Il re reagisce imprigionandoli, ma gli manca poi la forza di sopprimerli. Per quanto non sia riuscita a trionfare, Eleonora ottiene un successo parziale: il rinvio ad un altro anno delle decisioni del re.

Note
3 OSCAR: MIGLIOR ATTRICE (KATHARINE HEPBURN), MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE E MIGLIOR COLONNA SONORA (1968)
DAVID DI DONATELLO

.

ELEONORA NELLE FIABE E NELLE LEGGENDE

.
ELEONORA E LA SIRENETTA

Come tutti sanno, “La Sirenetta” è una fiaba scritta da Hans Christian Andersen! Andersen si è ispirato alla tradizione leggendaria, favolistica e mitologica europea… fonte di ispirazione sono “Ondina” di Friederich de la Motte Fouqué, “Il canto di Agnete”, il balletto “La Sylphide” e moltissime leggende sulle Ninfe sia nordiche sia greco-romane. Tra le leggende a cui si ispira “La Sirenetta” c’è la famosissima leggenda della Fata MELUSINA!

Ecco la storia della bella Melusina:

“Secondo la leggenda, narrata per la prima volta nel XIV secolo da Jean d’Arras, la bellissima Melusina era figlia di fate marine, simili alle sirene e per questo ogni sabato per incantesimo assumeva la forma di pesce nella parte inferiore del corpo.

Sposò il conte Raimondo per il quale costruì il castello dei Lusignano. In cambio si fece promettere dal consorte, quale sola condizione, di non essere spiata mai il sabato, quando era solita ritirarsi nelle sue stanze. Da questa unione discesero gli eredi delle più potenti casate feudali di Francia. Ma un giorno, il marito colto da troppa curiosità infranse la promessa, costringendo la fata Melusina a fuggìre lontano. Tuttavia ella continuò a vegliare sul casato, manifestando la sua presenza attraverso una dolce golosità.
In suo ricordo, infatti ancora oggi il lunedì seguente la Pentecoste, alla fiera della Font-de-Cé, presso Lusignan, si mangiano i suoi dolci fatti di burro e zucchero, chiamati Madri Lusine. “

Ora il punto è che questa Melusina in realtà nasconde due personaggi storici famosissimi e gli storici hanno appurato che queste due figure sono:

  • la prima è senza dubbio la bellissima e celeberrima ALIENOR (o ELEONORA D’AQUITANIA)
  • la seconda è invece la stupenda SIBYLLA REGINA DI GERUSALEMME, la moglie di Guido di Lusignano.  

ELEONORA E ROBIN HOOD

Eleonora appare in moltissime ballate sull’eroe Robin Hood ed è rappresentata come una donna passionale innamorata di Robin Hood e rivale in amore di Lady Marion.

ELEONORA E RE ARTU’

I trovatori, di cui Eleonora era protettrice, hanno attribuito molte caratteristiche della Regina Eleonora alla moglie di Re Artù, la Regina Ginevra. C’è anche da dire che secondo alcuni storici il Re Artù delle leggende altri non sarebbe che il secondo marito di Eleonora, il Re d’Inghilterra Enrico II d’Inghilterra.

ALTRE LEGGENDE

Eleonora è protagonista di moltissime leggende fiorite intorno alla sua persona.
Leggendaria è la sua bellezza: si dice che sia stata la donna più bella e più potente del suo tempo.

.

testo ed immagini reperiti sul web a cura di Angela Campanella

http://ladyreading.forumfree.net/?t=27879474
http://www.cinemedioevo.net/Film/cine_leone_inverno.htm
http://www.recensionidilibri.it/881787065X
http://it.movies.yahoo.com/i/il-leone-dinverno/index-350056.html

Home page sito di Angela Campanella

.

Similar posts
  • Margherita di Valois – La regin...
    di Angela Campanella . Margherita di Valois (Castello di Saint-Germain-en-Laye, 14 maggio 1553 – Parigi, 27 marzo 1615) fu una principessa francese del ramo dei Valois-Angoulême della dinastia dei Capetingi, figlia di Enrico II di Francia e dell’italiana Caterina de’ Medici e regina consorte di Francia e Navarra, come prima moglie del protestante Enrico III […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *