Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Eratostene, il pentatleta delle scienze

Eratostene è stato un astronomo, geografo e matematico dell’antica Grecia, nato nel 276 a.C. nella città di Cirene, nell’odierna Libia orientale.

A quanto pare ha studiato alcuni anni ad Atene ma ha trascorso la maggior parte della sua vita ad Alessandria, dove morì nel 194 a.C., all’età di 82 anni.

Alcuni dicono che dopo essere diventato cieco, Eratostene smise di mangiare fino alla morte. Non si sposò mai.

Eratostene è famoso per aver effettuato la prima misurazione della circonferenza della Terra (*) avvenuta intorno al 240 a.C.

Eratostene sapeva che a mezzogiorno del solstizio d’estate si illuminava il fondo di un pozzo che era nella città di Siene (oggi Assuan). Ciò significava che in quel giorno e  a quell’ora, il sole era sopra Siene. Quello stesso giorno, Eratostene ha misurato la lunghezza dell’ombra di una alta torre nella città di Alessandria. Con queste informazioni è stato in grado di calcolare la circonferenza della Terra. Noi non siamo assolutamente sicuri dell’esattezza del risultato ottenuto ma ci può essere stato uno scarto tra il 1 e il 16% del valore reale. In entrambi i casi la misurazione era abbastanza realistica, e così possiamo affermare che Eratostene è stata la prima persona ad effettuare una buona misurazione della dimensione del nostro pianeta!

Durante i tempi antichi, la Biblioteca di Alessandria, presso la quale era conservata la più vasta collezione di libri del mondo antico, era la più famosa ed Eratostene è stata la seconda persona ad essere il suo capo bibliotecario.

A parte la determinazione delle dimensioni della Terra, Eratostene fatto altre scoperte ed invenzioni importanti. Ha inventato un metodo facile di trovare i numeri primi. Oggi questo metodo matematico è chiamato il crivello di Eratostene.

Mappa di Eratostene

Eratostene anche fatto una mappa del “mondo intero”. La mappa mostra solo alcune parti del mondo in quel momento sapevano i Greci, ma è stata la migliore mappa di quel tempo.

Eratostene ha inoltre progettato un sistema di latitudine e longitudine, e un calendario che comprendeva gli anni bisestili.

Sfera armillare

Ha anche inventato un dispositivo meccanico che i primi astronomi hanno usato per molti anni per determinare dove le stelle erano nel cielo e come presumibilmente si erano spostate (man mano che la Terra ruotava). Questo dispositivo si chiama la sfera armillare.

Eratostene anche compilato un catalogo di 675 stelle, andato perduto.

Conosciamo che Eratostene aveva due soprannomi:

  • uno di questi era ‘Beta‘ la seconda lettera dell’alfabeto greco. Questo era perché Eratosthenes, anche se lui sapeva tutto, non era il migliore in assoluto a nulla. ‘Beta’ potrebbe essere usato come un insulto o un complimento;
  • l’altro soprannome che gli fu dato era ‘il pentatleta‘. Il significato è simile alla Beta, in quanto un pentatleta deve essere molto bravo a cinque diversi sport, ma probabilmente non sarà un campione in uno qualsiasi degli sport individuali.

Eratostene si definiva ‘philologos’ – ‘amante di apprendimento’. Gli astronomi “moderni” hanno dato il suo nome ad un cratere della Luna.

 

___________________

(*) Misurazione della circonferenza della Terra

Il procedimento seguito era descritto in un’opera (perduta) in due libri Sulla misura della Terra; ad essere pervenuto è un breve resoconto divulgativo e semplificativo fatto da Cleomede.

Cleomede prende in considerazione due città, Alessandria e Siene, l’odierna Assuan, distanti tra di loro 5.000 stadi egizi. Facendo l’ipotesi semplificativa che Siene sia esattamente sul Tropico del Cancro, in modo che a mezzogiorno del solstizio d’estate si possa supporre che a Siene il sole sia allo zenit, con i raggi del sole perfettamente verticali; in questo modo l’angolo di incidenza dei raggi solari misurato ad Alessandria corrisponde all’angolo con il vertice al centro della Terra contenuto tra le semirette che lo congiungono alle due città. Il suo valore era di 1/50 di angolo giro, di conseguenza la misura dell’intera circonferenza terrestre era di 250.000 (50 x 5.000) stadi egizi (1 stadio egizio = 157.5 metri), quindi 39.375 km (contro i 40.075 reali) con l’errore dell’1.5% circa. (stralcio tratto da Wikipedia)

Similar posts
  • Buchi neri e reincarnazione
    Il grande vantaggio dell’entrare in contatto col vostro sé interiore tramite la meditazione, è che ottenete accesso ad informazioni che sarebbero altrimenti del tutto impossibili da acquisire con la vostra mente conscia o sé esteriore. Il vostro sé esteriore è focalizzato sui cinque sensi fisici, che forniscono informazioni attingendo all’ambiente fisico circostante di terza densità. […]

    1 commento

    1. BERTO BERTO
      21/04/2018    

      Fu forse anche il primo a suggerire l’ “aggiunta”, all’anno solare, di un giorno ogni quattro anni, anche se nessuno lo seguì. Sembra che si lasciò morire di fame proprio per l’amarezza di non essere riconosciuto per quello che era. D’altro canto, nella quasi totalità dei casi, perché lo ricordiamo ? Per il *crivello*…. Quanto mai insegna la scuola!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.