Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Fotoalbum, il Pushkin Cafè di Mosca

Negli anni ’60 il famoso cantante francese Gilbert Bécaud visitò Mosca.
Di ritorno in Francia, ha scritto una canzone che ha chiamato ‘Nathalie’, dedicata alla guida turistica russa.
La canzone dice: ‘(…) siamo andati a Mosca, siamo andati in Piazza Rossa, parli di Lenin, la rivoluzione di ottobre e penso che sarebbe bello essere al ‘Pushkin Cafè‘ a guardare la neve, a bere cioccolata calda a parlare di un’altra cosa (…) ‘. La canzone divenne famosa in tutto il mondo e così tutti quelli che visitarono Mosca cercarono il ‘Pushkin Cafè’ ma non riuscirono a trovarlo perché era semplicemente una fantasia poetica di Bécaud.

Conoscendo la situazione, un uomo d’affari di Mosca ha approfittato di una villa costruita nel XVIII secolo ed ha finalmente aperto il ‘Pushkin Cafè’ nel distretto di Tverskoy, a Mosca, era l’anno 1999.
Gilbert Bécaud, che ha ispirato tutto questo, è stato l’ospite d’onore dell’inaugurazione del bar ed ha cantato la famosa canzone ‘Nathalie’.

.
Brevei cenni sull’edificio del Pushkin Cafè

Nel 1780, un nobile di San Pietroburgo al servizio dell’imperatrice Caterina II la Grande, in pensione dalla Casa Reale, si trasferì a Mosca. Decise quindi di costruire una villa, invitando gli architetti italiani a seguire il gusto moscovita in stile barocco.

La casa passò a un aristocratico tedesco a metà del secolo XIX, come parte della dote della sua futura moglie. Tuttavia, la rovina finanziaria costrinse il nuovo proprietario ad aprire una farmacia nell’edificio. A tal fine, l’edificio è stato ridisegnato in una farmacia al piano terra installando anche una magnifica biblioteca all’ultimo piano e sul soppalco pieno di libri i clienti della farmacia potevano leggere bevendo tè, caffè o cioccolata calda mentre aspettavano che le medicine venissero preparate. Così un piccolo caffè apparve al piano terra dell’edificio.

.

Prima di inserire le immagini, desidero sottoporvi un video realizzato utilizzando le foto tratte dalla presentazione originale il

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.

.

Similar posts
  • Li stornelli – Una pagina di Sa...   LI STORNELLI di Sandro Boccia “Vecchia Roma sotto la luna nun canti più li stornelli e le serenate de gioventù”: così recita ‘na canzone riferennose a lo stornello, ch’era ner 7/800 un popolare, a vorte improvvisato ritornello, un motivo er più de le vorte accompagnato da ‘no strumento, formato da ‘na terzina, la prima [...]
  • The Crystal Cathedral (La Cattedrale ... Anni fa…, nel luglio 2011, sono rimasto favorevolmente colpito dalle immagini di una Cattedrale di Cristallo edificata a Garden Grove (California) e, con alcune foto reperite sul web, ho realizzato il sottostante breve video. . . Leggo su Wikipedia Il Reverendo Robert Schuller, dopo aver fondato la propria congregazione cristiana protestante nel 1955, commissionò questa [...]
  • I misteri del Caffè Pedrocchi Il Caffè fin dai primi anni divenne noto come “il caffè senza porte” sia perché fino al 1916 era aperto giorno e notte, che per l’accoglienza dettata proprio dalla sua struttura: il porticato aperto e, allora, senza vetrate, era una sorta di “passaggio” collegato alla città. I prezzi non erano cari, per quanto il luogo [...]
  • Storia di una canzone universale: Lil... . A volte capita di accorgersi di non aver inserito nella nostra raccolta di canzoni contro la guerra una canzone fondamentale come questa. Rimediamo con colpevole ritardo. . Lili Marleen Testo di Hans Leip [1915] Musica di Norbert Schultze [1937] Incisione originale di Lale Andersen, Marlene Dietrich, Willy Fritsch, Heyn Quartett; in inglese, da Anne [...]
  • Afrodisiaci: ma è tutto vero? “Mi pento di tutte le diete, dei piatti deliziosi rifiutati per vanità, così come mi pento di tutte le occasioni di fare l’amore lasciate andare per occuparmi di faccende in sospeso o per virtù puritana” E’ così che inizia “Afrodita” di Isabel Allende. Ma quanto conta davvero il cibo nel sesso?  Il rapporto tra sesso [...]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.