Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Gli ammassi stellari

Anche le stelle, come tutti gli altri corpi celesti, sono soggette alla legge di gravitazione universale, così spesso, per effetto delle reciproche forze gravitazionali, esse orbitano tutte assieme attorno ad un comune centro di massa. Inoltre, quando esse sono caratterizzate dalle medesime origini e proprietà fisiche, formano dei gruppi omogenei, gli ammassi stellari, che a seconda delle loro caratteristiche geometriche si distinguono in:

  • Aperti – fra gli oggetti piu’ giovani della nostra galassia, non presentano alcuna regola di simmetria, avendo una forma irregolare. Si estendono per decine di anni luce lungo il piano equatoriale galattico e sono formati da migliaia di stelle spesso associate con nebulose diffuse.
  • Globulari – contengono fino a centinaia di migliaia di corpi stellari ed hanno una forma sferica con un diametro di centinaia di anni luce. Si trovano lungo l’alone che ricopre il nucleo galattico e risalgono probabilmente al periodo di formazione della galassia.
Ammasso globulare M80
Credit: Hubble Heritage Team (AURA/ STScI/ NASA)

Una variante degli ammassi sono le associazioni stellari, agglomerati di giovani stelle omogenee, caratterizzati da una più lenta forza di coesione, che quindi non impedisce il loro dissolvimento dopo pochi milioni di anni. Generalmente si trovano lungo i bracci di spirale.

.

fonte
Similar posts
  • Un motto: per aspera ad astra
    Cari amici, in questo periodo sto combattendo contro alcune le avversità “internettiane“. Sto modificando, lavorando e insistendo e mi è venuto in mente un motto che induce a perseverare… Per aspera ad astra, dalle asperità alle stelle, è un motto latino che ha origine nella mitologia greca, può essere traslato con l’idea che solo attraverso […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.