Un caratteristico paese in provincia di Trapani, Erice, e dei gustosi e simpatici dolcini, gli Ericini.
Una storia di gastronomia e tradizione culturale che è nata grazie alle esperte mani delle monache del Monastero. Una storia che, comunque, si è perpetuata negli anni fino a noi grazie alla bravura dei maestri dolciari di Erice.
Questi dolci sono costituiti da pastine colorate e decorate artisticamente, quasi a sembrare dei veri e propri merletti. Le paste sono poi farcite con marmellata di cedro che, per tradizione, viene posta a maturare in giare speciali. Gli Ericini ancora oggi si preparano con le ricette tramandate dalle monache del Convento di S. Carlo.

.


INGREDIENTI

Per 6 persone:

  • 1 chilo di mandorle pelate e macinate
  • 1 chilo di zucchero
  • 225 g. di acqua
  • 1 bustina di vaniglia
  • Coloranti per alimenti
  • 400 grammi di conserva di cedroIngredienti per la glassa:
  • 300 grammi di zucchero
  • 200 g. di acqua

.

Impastate bene a freddo le mandorle macinate con lo zucchero e l’acqua, unite la vaniglia e passate il tutto in un frullatore fino a quando non avrete ottenuto un composto morbido ed omogeneo.
Iniziate quindi la preparazione degli Ericini (questi della fotografia si chiamano paste di riposto): mettete uno strato dell’impasto ottenuto nelle forme scelte, aggiungete uno strato di conserva di cedro, quindi coprite con altro impasto.
Decorate a vostro piacimento la parte superiore e colorate con i prodotti vegetali.
Passate a questo punto, alla preparazione della glassa: sciogliete in acqua, lo zucchero, a fuoco basso, in un tegame e mescolate continuamente fino a quando qualche goccia di zuccchero sciolto, fatta scolare da un mestolo di Iegno, si allungherà a filo.
Spegnete il fuoco e versate la glassa in un frullatore che terrete acceso fino a quando questa non sia completamente bianca.
A questo punto potrete versarla sulle formine. Accendete il forno a fuoco basso e fate asciugare per poco tempo le paste preparate. Toglietele quindi dalle forme.