Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
Himeros, la personificazione del desiderio irrefrenabile

Himeros, la personificazione del desiderio irrefrenabile

Afrodite con Himeros, dettaglio di un kantharos d’argento, 420-410 a.C., parte della collezione Vassil Bojkov, Sofia, Bulgaria – Wikipedia, foto di Gorgonchica, opera propria rilasciata con licenza CC BY-SA 4.0

Himeros (greco: Ἵμερος “desiderio irrefrenabile”, latino: Himerus) era la personificazione della lussuria sessuale e del desiderio. Figlio di Afrodite e Ares, era uno dei giovani eroti, divinità alate associati con l’amore e il sesso.
Alcuni dicono che Afrodite nacque incinta di due gemelli: Eros e Himeros, compagni della dea e agenti del suo potere divino.
Himeros, come i suoi fratelli, Pothos ed Eros, è raffigurato con arco e frecce necessarie per creare il desiderio e la lussuria nelle persone ed è stato spesso rappresentato insieme a Eros nella scena della nascita di Afrodite.

William-Adolphe Bouguereau – La nascita di Venere – Wikipedia – Pubblico dominio

Himeros simboleggia anche la personificazione di un amore non corrisposto.

Fondamentalmente si può personificare Himeros come la passione del momento, il desiderio fisico presente e immediato che chiede di essere soddisfatto.

Spesso viene rappresentato come uno di una triade di divinità dell’amore, insieme ai suoi fratelli Eros e Pothos (Amore e Passione).
Come un dio individuale, tuttavia, Himeros non possedeva nessuna mitologia distinta o un proprio culto.

 

Stralcio testo tratto dalla pagina: primiposti.it sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…