Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

I Camiciotti, tra fiaba e storia

camic

.

Prospetto chiesa Santa Maria Maddalena

Prospetto chiesa Santa Maria Maddalena

Lo sapete chi sono i Camiciotti a cui è intitolata una via a Messina?

Dovete sapere che nel 1848 a Messina si lottava contro i Borboni che avevano mandato forti reggimenti svizzeri militanti nelle loro file.

I camiciotti erano dei giovanissimi volontari che indossavano una corta blusa a forma di camiciotto; essi si scontrarono con il reggimento svizzero e resistettero eroicamente agli avversari finché furono costretti a rifugiarsi nel convento dei Benedettini (attuale Casa dello Studente).
Dopo ripetuti assalti e cruenti corpo a corpo, si asserragliarono nel cortile di Santa Maria Maddalena che era la chiesa del convento. Combatterono come leoni decimando gravemente le truppe nemiche.
L’edificio alla fine fu invaso dagli avversari e i Camiciotti continuarono a lottare negli androni e nei corridoi fino a quando, ormai stanchi e di numero estremamente ridotto, furono spinti nel cortile del convento intorno al pozzo.
Quando si resero conto che non c’era più nulla da fare, piuttosto che arrendersi, preferirono buttarsi a capofitto nel pozzo dove trovarono la morte.

I ruderi del pozzo della Maddalena sono ancora visibili nel cortile interno dell’edificio della “Casa dello Studente” in via Cesare Battisti.

fonte

Similar posts
  • La pace perfetta
    C’era una volta un re che propose di dare un premio a quell’artista che avrebbe dipinto il miglior ritratto della Pace. Molti artisti tentarono. Il re guardò tutti i ritratti, ma c’erano, secondo lui, solamente due che realmente fossero degli degni di essere premiati e che bisognava scegliere tra loro due. Un ritratto rappresentava un […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.