I pianeti del sistema solare, in ordine di distanza dal Sole, sono otto (Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno ).

Orrery 1.112, un modello meccanico del sistema solare

Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, percorrono orbite ellittiche intorno alla nostra stella e sono visibili in quanto ne riflettono la luce. 
Prendono invece il nome di pianetini o asteroidi corpi celesti più piccoli, anch’essi in orbita intorno al Sole e concentrati nella fascia compresa tra Marte e Giove. 
Plutone, fin dalla sua scoperta considerato un vero e proprio pianeta al pari degli altri otto, nel 2006 è stato riclassificato come pianeta nano dall’International Astronomical Union. In base alla posizione dell’orbita rispetto alla fascia degli asteroidi, oltre che per una somiglianza chimica e morfologica, i pianeti del sistema solare si distinguono in pianeti interni, o terrestri, e pianeti esterni, o gioviani: i primi (Mercurio, Venere, Terra, Marte) si trovano all’interno della fascia degli asteroidi e sono costituiti essenzialmente da materiale roccioso; i secondi (Giove, Saturno, Urano, Nettuno) si trovano all’esterno della fascia degli asteroidi e sono costituiti prevalentemente da gas e ghiaccio.


Di seguito una tabella riassuntiva di tutti i pianeti del sistema solare

Mercurio Venere Terra Marte Giove Saturno Urano Nettuno
Raggio equatoriale1 0,3825 0,9488 1 0,5325 11,21 9,449 4,007 3,883
Inclinazione dell’orbita sull’equatore celeste 0,01° 2,64° 23,5° 25,2° 3,13° 26,7° 82,2° 28,3°
Massa2 0,0553 0,815 1 0,1074 317,8 95,16 14,54 17,15
Densità media (g/cm3) 5,4 5,2 5,5 3,9 1,3 0,69 1,3 1,6
Periodo di rotazione in giorni3 58,6 243 0,997 1,03 0,414 0,444 0,718 0,671
Periodo di rivoluzione in anni 0,2408 0,6152 1 1,881 11,86 29,46 84,01 164,8
Distanza media dal Sole4 0,3871 0,7233 1 1,524 5,203 9,59 19,1 30
Eccentricità dell’orbita 0,206 0,00674 0,0167 0,0935 0,0489 0,0576 0,0497 0,00995
Inclinazione dell’orbita5 3,39° 0,0003° 1,85° 1,30° 2,49° 0,772° 1,77°
Satelliti 0 0 1 2 63 47 27 11

1 Terra=1; il raggio della Terra è pari a 6.378 km
2 Terra=1; la massa della Terra è pari a 5,974×1024 kg
3 Il moto di Venere, Urano e Plutone è retrogrado
4 Espressa in UA (Unità astronomica): 1 UA = 149.600.000 km
5 L’inclinazione di un’orbita planetaria si misura rispetto al piano dell’orbita terrestre

fonte: http://www.pianeti.org/

BREVI NOTIZIE SUI PIANETI DEL SISTEMA SOLARE

Pianeta Foto Notizie
Mercurio Distanza media dal sole: 0,387 UA = 57.900.000 km
Diametro: 4.880 km
Massa: 0,055 rispetto alla Terra
Densità: 5,4 g / cm cubo
Temperatura superficiale: da –170°C fino a 400°C
Rivoluzione: 88 giorniE’ difficile osservare Mercurio dalla Terra perché è molto piccolo e molto vicino al Sole. In certi periodi dell’anno, può essere visto appena dopo il tramonto o prima dell’alba. Per il resto del tempo è oscurato dalla luminosità del Sole.
Pare che lo stesso Copernico lamentasse di non essere mai riuscito a vederlo in vita sua !
Venere Distanza media dal sole: 0,72 UA = 108.000.000 km
Diametro: 12.100 km
Massa: 0,82 rispetto alla Terra
Densità 5,2 g / cm cubo
Temp. di superficie: da –170°C fino a 480°C
Rivoluzione: 225 giorniVenere, l’oggetto più brillante in cielo dopo il Sole e la Luna, spesso visibile per molte ore appena dopo il tramonto o prima dell’alba (da qui il nome Lucifero o Vespero). Visitato da navicelle spaziali sia degli USA che dell’Unione Sovietica la sua superficie è stata mappata dai radar. Se osservato con un piccolo telescopio, Venere rivela fasi come la Luna. Con telescopi più potenti, si possono osservare i dettagli nel fitto strato di nubi che ricoprono l’intero pianeta.
Terra Distanza media dal sole: 1 UA = 149.600.000 km

Diametro: 12.736 km

Massa: 6,0 x 10 elevato a 27 grammi

Densità 5,5 g / cm cubo

Luna Satellite della terra
Distanza media dalla Terra: 384.400 km
Diametro: 3.476 km
Massa: 0,0123 rispetto alla Terra
Densità 3,34 g / cm cubo
Temp. di superficie: da –170°C fino a 120°C
Rivoluzione: 29,53 giorniLa Terra e la Luna formano un sistema planetario doppio. La luna è il corpo astronomico più vicino alla terra ed è l’oggetto a noi più conosciuto di tutto il cielo. Molte caratteristiche della sua superficie sono visibili a occhio nudo e un binocolo rivela una grande quantità di dettagli. Un piccolo telescopio mostra grandi mari di lava, molte creste montuose e centinaia di crateri di tutte le dimensioni. Studi effettuati su 382 kg di rocce lunari e sabbia raccolti dalla missione Apollo hanno rivelato molto sulla storia sia della terra che della luna.
Marte Distanza media dal sole: 1,524 UA = 228.000.000 Km
Diametro: 6.787 Km
Massa: 0,11 rispetto alla terra
Densità 3,9 g / cm cubo
Temp. di superficie: da –160°C fino a 22°C
Rivoluzione: 687 giorniMarte appare rossastro in cielo, persino ad occhio nudo. Ciò è dovuto alla grande quantità di ossido di ferro (ruggine) sulla sua superficie. Durante la primavera marziana la superficie del pianeta cambia colore a causa dei venti stagionali che spostano la ruggine rossastra. Marte ha due piccoli satelliti: Fobos è il più grande e orbita intorno a Marte in solo 7 ore 1/2. Deimos, il minore, impiega 30 ore per la rivoluzione.
Giove Distanza media dal sole: 5,20 UA = 778.000.000 km
Diametro: 142.800 km
Massa: 318 rispetto alla terra
Densità 1,3 g per cm cubo
Temperatura di superficie: -150° C
Tempo di rivoluzione: 11,86 anniGiove è il pianeta più grande del sistema solare, la sua struttura è più simile a quella di una stella che a quella di un pianeta. Con un piccolo telescopio sono visibili le bande luminose, le strutture di nubi cangianti, quattro lune principali (ognuna più grande della Luna) e la macchia rossa, che sembra essere un uragano di durata secolare.
Saturno Distanza media dal sole: 9,54 UA = 1.427.000.000 km
Diametro: 120.000 km
Massa: 95 rispetto alla terra
Densità: 0,7 g / cm cubo (Saturno potrebbe galleggiare !)
Temp. di superficie: -180°C
Rivoluzione: 29,46 anniSaturno è forse l’oggetto astronomico più conosciuto in fotografia. Telescopi più grandi mostrano i dettagli della delicata struttura degli anelli e fasce colorate negli strati esterni dell’atmosfera. Gli anelli consistono di miliardi di particelle (probabilmente di metano e acqua) con un diametro compreso tra i pochi cm e molti metri. Ci sono tre sistemi maggiori di anelli, separati dalla divisione di Cassini (esterna) e la divisione di Encke (interna).
Urano Distanza media dal sole: 19,2 UA = 2.870.000.000 km
Diametro: 51,800 km
Massa: 14,5 rispetto alla terra
Densità 1,2 g / cm cubo
Temp. di superficie: -200°C
Rivoluzione: 84 anniSenza le informazioni raccolte dai Voyager, non avremmo dati su questo pianeta. Sebbene sia visibile con piccoli o medi telescopi, non vengono rivelati molti dettagli all’osservatore dal suolo, solo il suo pallido colore bluastro. Oggi sappiamo che il pianeta ha un sistema di almeno nove anelli.
Nettuno Distanza media dal sole: 30,06 UA = 4.497.000.000 km
Diametro: 49.500 km
Massa: 17,2 rispetto alla terra
Densità: 1,7 g / cm cubo
Temp. di superficie: -220°C
Rivoluzione: 164,8 anniSimile per dimensioni e composizione a Urano, l’ottavo pianeta è così lontano dalla terra che le osservazioni dal suolo rivelano pochi dettagli. I dati dei Voyager confermano la presenza di un tenue sistema di anelli. Il satellite più grande di Nettuno, Tritone può essere osservato con telescopi con 30 cm d’apertura.
Plutone Distanza media dal sole: 39,44 UA = 5.900.000.000 km
Diametro: 2.000 km (dato ancora soggetto a precisazione)
Massa: 0,1 rispetto alla terra
Temp. di superficie: -230°C
Rivoluzione: 247,7 anniHa un satellite di nome Caronte.

 

vedi anche:

.

fonte (vecchio sito): www.tanogabo.it/Astronomia/Pianeti.htm