Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Involtini di pesce spada

Con la stagione estiva, al sud oltre alla calura arriva anche in abbondanza il pesce spada. Gli involtini sono tipici del palermitano ma sono conosciuti altrove, con il nome di “braciulittini di spata“.
Molte le variazioni di questo piatto, fra i più buoni e “popolari” e diffuso un po’ ovunque in Sicilia.
Alcune di queste versioni sono caratterizzate dalla presenza di un diverso ingrediente, che può essere il pecorino piccante grattugiato, i capperi o il basilico in notevole quantità. Il pesce spada mette d’accordo cultura “popolare” e medicina “colta”, che lo ritengono utile per la pelle e la vista grazie alla ricca presenza di vitamina A.

.

inspad

.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 500 gr di pesce spada (un tocco)
  • 25 gr di uva passa
  • 25 gr di pinoli sgusciati
  • 2 acciughe deliscate
  • 50 gr di pan grattato
  • 25 gr di parmigiano grattugiato
  • Olio d’oliva extra vergine
  • Sale e pepe q.b.
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla bianca
  • alcune foglie di alloro

.

Tagliate il pesce spada a fette piccole e regolari togliendo la pelle dei bordi e spianatele. (Dovranno essere spesse mezzo centimetro).
Conservate un po’ di pesce spada (150 grammi circa) per la farcia che preparerete come segue: rosolate in un tegame con olio, I’aglio, il pesce spada rimasto tritato ed il prezzemolo, anch’esso finemente tritato.
A parte fate sciogliere, in poco olio le acciughe pulite e deliscate ed unitele, insieme ai passolini, i pinoli, il pan grattato ed il parmigiano grattugiato, al soffritto che avete preparato.
Amalgamate il tutto, salate e pepate e togliete dal fuoco. Sistemate una dose dell’impasto su ogni singola fettina di pesce spada che verrà arrotolata come un involtino. Infilzatele insieme negli spiedini, alternando con foglie di cipolla e alloro (con la stessa tecnica degli involtini di carne) e sistematele sulla graticola dopo averle oliate ed impanate.
In mancanza della graticola potrete sistemarle in una pirofila che infornerete a fuoco caldissimo per 20 minuti.
Gli involtini di pesce spada vanno serviti ben caldi.

Similar posts
  • La cucina siciliana – Premessa
    La cucina siciliana è intimamente collegata sia alle vicende storiche e culturali della Sicilia, sia alla vita religiosa e spirituale dell’isola. Si tratta infatti di una cultura gastronomica composita e multiforme, che mostra testimonianze e contributi di tutte le culture che si sono insediate in Sicilia negli ultimi due millenni. E’ possibile infatti riscontrare segni […]