Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

L’11 settembre 2001 in una profezia della Madonna

La tragedia di New York riportata in una intervista sulla rivista “EPOCA”  molti anni prima che accadesse.

Twin_TowersLa tragedia delle Torri Gemelle di New York era stata annunciata già otto anni fa da una profezia divina: la Madonna apparve a tre ragazzine in un bosco a Forio Ischia, e fece vedere a una di loro, Simona, i grattacieli di Manhattan in fiamme. La testimonianza della ragazza apparve su “Epoca” l’anno successivo: “Ho visto dei grattacieli che venivano giù; poi ho visto la Statua della Libertà in frantumi e ho capito che doveva essere New York”. Le apparizioni della Madonna a Ischia sarebbero iniziate l’8 ottobre 1994, quando due bambine di 9 e 11 anni, che erano andare a fare una passeggiata nel bosco di Zaro, riferirono di aver visto la Vergine sostenendo che la Madonna le aveva invitate a pregare “per l’umanità in pericolo”. Da allora la radura è diventata meta di incessanti pellegrinaggi. E tra i tanti ragazzi che andavano nel bosco per assistere all’apparizione della Madonna c’erano anche tre amiche, Simona, Antonella e Restituta, tutte sedicenni. 
Proprio a Simona la Madonna sarebbe apparsa all’improvviso, facendole vedere l’attacco all’America con 7 anni di anticipo. La sua testimonianza venne raccolta da Federica Raimondi, giornalista inviata sul posto da “Epoca”: “Simona – scrive la giornalista sul numero dell’8 ottobre 1995 – ci racconta di una vita normalissima, la scuola, le amiche, il fidanzatino. Ha incominciato a frequentare il gruppo (dei ragazzi che quotidianamente frequentavano il bosco, ndr) dieci mesi fa. A Natale ha sentito la voce della Madonna, e da maggio la vede anche. Ha ricevuto – dice – il dono di lingue, cioè sa pregare in tedesco, in inglese e in aramaico, senza averli mai conosciuti. Il padre conferma tutto”. 
A Ischia la profezia, dopo lo scalpore provocato inizialmente, era stata dimenticata. E’ stato il quotidiano locale “Il Golfo” a recuperare in archivio la storia delle visioni di Simona: messaggi, quelli affidati alla ragazza dalla Vergine, con contenuto catastrofico. E talmente chiari […] da far sospettare che si trattasse solo di isteria collettiva. Se la ragazza abbia visto davvero la Madonna, nessuno lo sa con certezza. Resta il fatto che quella profezia formulata con anni di anticipo è quantomeno sconvolgente.

.

linea2_b. 

Storia delle apparizioni di Zaro

La storia di queste apparizioni non è altro che la storia di Dio Che è vicino al Suo popolo, la Chiesa, e Che attraverso il Suo Spirito, si rende presente in mezzo a noi. Questa non è la storia di un gruppo di ragazzi, ma la storia di una Madre che Ama i propri figli e li invita a convertirsi all’amore. Questo è il senso delle apparizioni di Maria nei vari luoghi della terra, anche se poi c’è un messaggio specifico per ogni apparizione.

P. ed il fratello L. facevano parte di un gruppo di preghiera e P. aveva il riposo nello Spirito dagli inizi di giugno 1993.
Il 26 luglio, alla fine del quinto mistero glorioso, P. cadde in riposo; mentre era ancora a terra si inginocchiò e dopo visioni di luce, vide la Madonna. Tra il 24 e il 26 settembre1993 L. ebbe il dono della locuzione interiore.

A casa di P. e L., nel 1994, si formò un gruppo di preghiera e agli inizi del mese di luglio iniziarono a partecipare alcune famiglie, tra cui erano altri bambini che poi avrebbero visto la Madonna: I. e sua sorella M. e S..

Il giorno 8 ottobre 1994 le famiglie di P. e L. e di I. e M., dopo pranzo, andarono a fare una passeggiata nel bosco di Zaro, dopo un po’ si arrampicarono su una salita, la superarono, e si trovarono davanti a due rocce davanti alle quali era l’unico spazio libero, perché attorno era fitta boscaglia. Lì recitarono il S. Rosario e la Mamma celeste apparve a P. e gli disse: “Questo è un luogo benedetto”. La stessa sera, durante il rosario in gruppo, la Madonna parlò a L. e gli disse: “Zaro sarà luogo di pellegrinaggio”.

Il 14 ottobre anche I. vide la Madonna preceduta da una forte luce. Il giorno dopo il gruppetto ritornò a Zaro, recitarono il rosario e la Madonna si presentò a P., I. e M..

S., il 16 ottobre, ebbe il dono della visione a casa sua durante la recita del  S. Rosario, poi si unì al gruppo il 7 gennaio 1995, in occasione della fiaccolata, per volontà della Madonna.

ZaroNel corso del 1995 si formarono vari gruppi di preghiera ed altri ragazzi ebbero visioni, apparizioni e messaggi dalla Madonna e da Gesù; alcuni ebbero solo il dono del riposo nello Spirito, altri solo la locuzione interiore. Il 26 giugno 1995 si unì al gruppo anche un’altra ragazza di nome S..

Durante quest’anno, i messaggi venivano letti da tutti i ragazzi subito dopo averli ricevuti, furono pubblicati vari articoli sui giornali, furono fatte alcune interviste, quindi il parroco e i genitori dei ragazzi decisero di fare una riunione per discutere sul da farsi.  

Il 2 ottobre 1995 avvenne la riunione, nella parrocchia di Lacco Ameno, e il parroco decise assieme ai genitori di: evitare che i ragazzi si lasciassero intervistare; vietare loro di leggere i messaggi appena ricevuti, perché i contenuti potevano turbare la gente, quindi si decise che il parroco avrebbe preparato un sunto dei messaggi dei ragazzi da leggersi il giorno 26 del mese dopo la recita del S. Rosario a Zaro; vietare ai ragazzi di riunirsi in preghiera tra di loro più di due volte a settimana e di leggere tra di loro i messaggi ricevuti.

Il Vescovo aveva affidato al parroco il compito di seguire i ragazzi e le apparizioni.

Alcuni genitori dei ragazzi si recarono dal Vescovo, concordando con lui che per un periodo i loro figli non sarebbero andati a Zaro.

Attualmente alcuni non vedono più la Madonna e non hanno più messaggi, i ragazzi che sono ancora in contatto con la Madonna sono presenti nel luogo durante gli appuntamenti di preghiera.

Il divieto di rilasciare interviste è stato revocato in seguito ai fatti dell’11 settembre a New York..

I vari appuntamenti settimanali (mercoledì, sabato e domenica), mensili (fiaccolata di giorno 8 e rosario del 26) ed annuali (fiaccolata dell’Immacolata, S .Rosario della Risurrezione a Pasqua e Natale), sono voluti dalla Madonna e da Gesù.

All’inizio c’era solo l’appuntamento del sabato.

Le date dell’8 e del 26 di ogni mese ricordano rispettivamente la prima apparizione a Zaro e la prima apparizione a casa di P..

Poi la Madonna chiese di recitare il S. Rosario della Pace una volta a settimana per 50 settimane, dopo alcune volte si stabilì il mercoledì e dopo le 50 settimane la Madonna lo chiese come giorno fisso di recita del S. Rosario della Pace.

Tra il 1995 e il 1996 la Madonna e Gesù dettarono a un ragazzo il S. Rosario della Risurrezione, chiedendo prima di recitarlo a Pasqua, all’Immacolata e a Natale, poi per un periodo, sempre più spesso, fino ad arrivare alla recita quotidiana e un giorno a Zaro e un giorno a casa. Infine la Madonna ha richiesto la recita del Rosario della Risurrezione ogni domenica, oltre i tre appuntamenti annui.

 

 

linea2_b

In data 15 agosto 2014, Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, il Vescovo di Ischia Mons. Pietro Lagnese ha reso pubblico il decreto con cui costituisce la commissione per discernere sulle apparizioni di Zaro.
Chi ha ricevuto guarigioni e/o grazie particolari può contattare la Presidenza della Commissione telefonando al numero 081.991242 nei giorni di lunedì e sabato dalle ore 10 alle ore 12 oppure si può inviare una mail all’indirizzo: commissionezaro@chiesaischia.it 

 

 

fonte: http://www.madonnadizaro.it/

Similar posts
  • Virgilio scrisse sulla venuta di Gesù... Durante le ricerche per la pagina dedicata a Dike (Astrea) la dea della giustizia, mi sono imbattuto in un passo di Virgilio tratto dalla quarta ecloga delle Bucoliche annunciante la venuta di un Bambino che rigenererà il mondo (vv. 5.7). magnus ab integro saeclorum nascitur ordo. Iam redit et Virgo, redeunt Saturnia regna; iam nova progenies caelo demittitur [...]
  • Abramo (Abraham “padre di una moltitu... LA CHIAMATA DI ABRAMO Il momento in cui Dio convocò Abramo, chiedendogli di lasciare la sua casa per una terra sconosciuta, costituisce la prima grande svolta nella storia biblica. Nelle prime narrazioni della Genesi — da Adamo ed Eva a Noè e alla torre di Babele – Dio sembra trattare sempre con tutta l’umanità. Anche [...]
  • Jakov racconta il suo viaggio con la ... Jakov Colo è nato a Sarajevo il 6/3/1971, è il più giovane tra tutti i veggenti. Rimase orfano in tenera età: perse infatti la mamma a soli 12 anni e il papà a 13, poi visse con gli zii. Attualmente vive a Medjugorje con la moglie italiana Annalisa Barozzi e i tre figli.. L’intenzione che la [...]
  • Gesù e i cristiani visti da tre stori... GIUSEPPE FLAVIO (37-103 circa), “Ci fu verso questo tempo Gesù, uomo saggio, se pure bisogna chiamarlo uomo: era infatti autore di opere straordinarie, maestro di uomini che accolgono con piacere la verità, ed attirò a sé molti Giudei, e anche molti dei greci. Questi era il Cristo. E quando Pilato, per denunzia degli uomini notabili fra [...]
  • Muore ma dopo 20 minuti ritorna in vi... Texas un ragazzo di 17 anni, Zack Clements afferma di aver incontrato Gesù, che gli ha detto che: “Tutto sarebbe andato a posto”. Questo è successo dopo un improvviso attacco di cuore che l’ha sorpreso nella palestra dove stava giocando. Zack è letteralmente morto per 20 minuti. Zack Clements vive a Brownwood in Texas, si è [...]