Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

La Luna è più grande all’orizzonte?

A cura di Paolo Colona Pubblicato il 05/08/2001

È esperienza comune quella di vedere il Sole o la Luna di dimensioni molto maggiori del normale quando sono vicine all’orizzonte.
Scopriamo il motivo di questo strano fenomeno.
Osserviamo il tramonto del Sole all’orizzonte o la levata del nostro satellite dietro case lontane: saremo pronti a giurare che le loro dimensioni sono innegabilmente maggiori del normale, anche del doppio o del triplo. Come si spiega questa comune osservazione di una “Luna enorme” o di un “Sole gigantesco”?
Diciamo innanzitutto che se fotografassimo uno di questi astri quando ci sembra grande e quando invece è “normale”, poi, confrontando le fotografie, noteremmo che i loro dischi hanno dimensioni praticamente identiche! 

In altre parole né il Sole né la Luna sono “realmente” più grandi! Il fenomeno infatti non è fisico, ma di tutt’altra natura.

Il cervello è capace di dirci quanto è grande un oggetto soprattutto in base al confronto con altri oggetti vicini (vedi la prima figura).
Pensiamo alla Luna che sorge dietro montagne lontane: vediamo oggetti (case, alberi, rocce) che sappiamo essere grandi, rimpiccioliti a causa della distanza e dietro di essi vediamo campeggiare il disco del nostro satellite che, per confronto, ci sembrerà molto più grande. La nostra sensazione è quindi di una Luna eccezionalmente grande!

I due cerchi al centro delle due figure sono assolutamente identici:
il sistema occhio-cervello è ingannato dal confronto
con i cerchi che li circondano

Quando la Luna si è alzata in cielo, non ci sono più oggetti vicini con cui confrontarne le dimensioni e quindi ci appare di “grandezza normale”.

Il fenomeno per cui un oggetto posto in fondo ad una “prospettiva” viene percepito come più grande si chiama “illusione di Ponzo” ed è alla base di molte illusioni ottiche usate dagli psicologi per studiare la percezione. Un esempio è la seguente figura: il rettangolo bianco che si vede “all’orizzonte” e quello che si vede “per terra” è sempre lo stesso, ma quello “vicino” ci sembra più piccolo di quello “lontano”.

I due rettangoli bianchi sono uguali.
Anche qui il sistema occhio-cervello dimostra i suoi limiti

Toglierà ogni dubbio sulla costanza delle dimensioni del Sole all’orizzonte la bellissima sequenza fotografica realizzata da Fabrizio Melandri, che ha prodotto molte suggestive immagini del Sole e della Luna in ambienti insoliti.

In questa esposizione multipla assistiamo al tramonto del Sole: le sue dimensioni non crescono di certo! Piuttosto, perché il Sole all’orizzonte è rosso ed è schiacciato in senso verticale?

Similar posts