Certamente il termine “aggrassatu” deriva dal francese “glasse” ma, mentre nella cucina d’oltralpe per glassare s’intende ricoprire la vivanda di glassa, nella cucina siciliana “aggrassare” vuol dire cuocere in tegame la carne insieme a cipolla, olio, vino e rosmarino.
Da questa ricetta base che costituisce un primo piatto tipico dell’ennese, si ricavano altre portate caratteristiche dell’isola come il “caprettu aggrassatu chi patati“, la “carni aggrassata chi piseddi“, il coniglio e il brocioione. In tutte queste ricette importanza particolare assume il vino, il quale dà una tipicità particolare al piatto in base alla zona di preparazione.
.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 400 gr di maltagliati
  • 1 cucchiaio di farina
  • 50 gr di caciocavallo
  • Olio d’oliva extravergine
  • 1 cipolla
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 400 gr di vitello a fette battute
  • 150 gr di carne di vitello tritato
  • 50 gr di pan grattato
  • 50 gr di provola a dadini
  • 50 gr di salame tagliato a dadini
  • Sale e pepe q.b.

.
Per la preparazione di questo piatto si può ricavare una salsa seguendo la ricetta delI’Aggrassatu pubblicata nella serie della “cucina siciliana“. Oppure adottare il modo più classico, quello della carne alI’aggrassata.
Fate soffriggere la cipolla tritata in una pentola con olio. Nel frattempo, preparate un’impasto composto da pan grattato, la carne tritata, provola, salame, sale e pepe.
Sistemate l’impasto dentro alle fette di vitello, chiudendole come se fossero degli involtini. Mettete la carne nella pentola, aggiungendo un poco d’acqua ed il bicchiere di vino. Lasciate rosolare per un’ora e mezza a fuoco basso.
Non appena gli involtini saranno pronti, versate un poco della loro salsina in un pentolino sciogliendo il cucchiaio di farina in mezzo bicchiere di acqua.
Mettete tutto sul fuoco rigirando sempre finchè la salsa si sarà concentrata. 
Nel frattempo fate bollire dell’acqua con un po’ di sale dentro ad una pentola, calate la pasta.
Scolatela al dente e conditela con la salsa ottenuta. Spolverate con il caciocavallo grattugiato e servite in tavola.