Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Muffoletta o muffoletto ri parrini

Forma Rotonda
Dimensioni Varia (la forma di 500g è alta circa 7 cm)
Peso 500g, 250 g
Struttura Soffice, crosta poco croccante
Componenti Semola, lievito naturale (biga), acqua, sale, sesamo
Note L’impasto utilizzato è lo stesso del pane casereccio ri parrini; viene lavorato manualmente sul tavolo di legno unto con olio; è ammorbidito aggiungendo tanta acqua fino a renderlo appiccicoso.

muffuletta

In Sicilia sono presenti diverse tipologie di muffolette. Per il Traina, il termine indica “pane molle e spugnoso”.
Il comune denominatore nella produzione di questo prodotto consiste nella muddiata dell’impasto, cioè nell’ammorbidire l’impasto con l’aggiunta di una percentuale di acqua maggiore rispetto a quella impiegata per la preparazione del pane. La forma è prevalentemente rotonda, talvolta schiacciata, con poca mollica; altre volte più alta, con mollica alveolata ed umida.
La muffoletta, in Sicilia, è un classico pane delle feste invernali, in quanto le sue caratteristiche strutturali consentono, in particolare quando è calda e appena sfornata, di essere imbottita facilmente con ricotta, caciocavallo e sugna (strutto), oppure con olio, pepe, acciughe e formaggio.
A Lercara Friddi la muffoletta viene consumata in occasione della vigilia della festa dell’Immacolata, imbottita con ricotta, caciocavallo e sugna sciolta nel tegame. A Bagheria, invece, la stessa muffoletta si può consumare giornalmente in locali tipici. Nel Palermitano, un particolare tipo di muffoletta, molto soffice, è usata per la preparazione del pani ca meusa (milza di bovino) o per il pane e panelle.

tratta da: ilgranoduro.it

Similar posts
  • Guglielmo II di Sicilia, detto il Buo... Guglielmo era discendente della famiglia degli Altavilla. Re di Sicilia (1166-1189), fu uno dei monarchi normanni che ebbe la maggiore benevolenza popolare. Nel 1166 Guglielmo II salì al trono a soli tredici anni, dopo la morte del padre Guglielmo I di Sicilia sotto la tutela della regina madre Margherita di Navarra. Il regno di Sicilia [...]
  • Palermo: la “Camera delle Meraviglie... “La prima volta che mia madre vide questa casa scoppiò a piangere”. Lo confessa durante una visita guidata Giuseppe Cadili, giornalista e proprietario, insieme alla moglie Valeria Giarrusso, di un appartamento sito nel cuore di Ballarò, mercato storico di Palermo; luogo affascinante nutrito da atmosfere vivaci e colorate, figlie di un passato ibrido e articolato. [...]
  • Un mio concittadino, Giuseppe Balsamo Quasi tutti i palermitani conosciamo, anche per sentito dire, Giuseppe Balsamo il famigerato conte di Cagliostro. Per alcuni è stato grande alchimista e mago, per altri un vero impostore, mentre per noi è stato un nostro concittadino forte dall’astuzia innata di chi vive di espedienti. Nacque nella zona di Ballarò (era il 1743 e la [...]
  • Trasporti urbani a Palermo (video e f... I trasporti urbani della mia città visti attraverso delle immagini tratte dal web che ci permettono di compiere un breve viaggio nel “tempo”… .   . . (cliccare sulle immagini per ingrandirle) NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non [...]
  • Elaborazione grafica – Giufà e ... Una mattina Giufà, dopo un sogno rivelatore, decise di mettersi a fare il mercante d’asini. Andò al mercato e comprò dieci asini, quindi, per tornare a casa salì in groppa ad uno di essi. La carovana si mise, così, in viaggio: Giufà avanti e gli altri animali indietro. Per strada, però, a Giufà venne il [...]