Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Palermo – Alluvione del 21-23 febbraio 1931

Tra il 20 e il 24 febbraio del 1931 si riversarono sulla città 618 mm di pioggia, di cui 395 in 50 ore di pioggia ininterrotta tra il 21 e il 23 febbraio.
La conformazione di Palermo, una conca posta alla base di alte montagne, facilitò l’aumento del livello dell’acqua, che variava nei diversi punti della città tra i 2 m di via Roma, fino ai 6 m di piazza Sant’Onofrio: infatti la Conca d’oro non è omogenea ma caratterizzata in più punti da grosse depressioni.
Altro particolare che influì fu la presenza, sopra e sotto il livello cittadino, di quattro flussi d’acqua principali: il Canale Passo di Rigano, il Papireto, il Kemonia ed il fiume Oreto; alcuni di questi canali erano deviati artificialmente sotto il livello stradale. 
Oltre al grosso volume d’acqua la città fu colpita da un fortissimo vento di tramontana che distrusse diversi muri.
L’alluvione causò la morte di 10 persone e ne ferì altre 21. Andarono distrutte diverse abitazioni e strade, molti edifici storici subirono gravi danni, e la linea ferroviaria fu divelta. 
Ingenti furono anche i danni nelle campagne, dove le abitazioni rurali furono spazzate via. Inoltre la gru utilizzata per la costruzione del Palazzo delle Poste venne divelta dal forte vento crollando su un edificio adiacente.
A causa dell’alto livello dell’acqua i soccorsi tardarono ad arrivare; si organizzarono barche e ponti provvisori per trasportare in salvo le persone che si erano rifugiate nei piani più alti delle abitazioni. Il vento rendeva anche difficile la costruzione di ponti galleggianti.

.

fonte testo: Wikipedia
immagini scannerizzate da vecchie pubblicazioni

.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun diritto, se così non fosse vi preghiamo di informarci immediatamente per la cancellazione del materiale protetto da copyright.
Similar posts
  • Palermo, la “mia” città Nel IX secolo gli arabi dal Nordafrica invasero la Sicilia: la conquista, fu iniziata nell’827, Palermo fu presa nell’831. Furono i governatori musulmani a spostare la capitale della Sicilia a Palermo (fino a quel momento il centro più importante dell’isola era Siracusa): la città si dotò di tutte le strutture burocratiche e destinate ai vari servizi che spettavano a una capitale. Il [...]
  • Palermo – 9 foto (periodo 1938 ... Alcune fotografie di Palermo, periodo 1938 -1943, tratte dall’archivio online di LIFE (Foto per usi personali e non commerciali) [...]
  • In giro per il mondo, sfondi per desk... Anche seduto in poltrona puoi fare una capatina in giro per il mondo… basta guardare alcuni bei luoghi del nostro pianeta. Le immagini necessarie per la rilassante “escursione” li trovi sul web… oggi posto una serie di immagini atte a deliziare i nostri occhi e che possono tornare utili se il nostro desktop ha una [...]
  • Foto particolari: un po’ rare e... Precedute da un video, posto delle foto particolari un po’ rare e un po’ speciali, che ci permettono di sorridere. Una breve e rilassante carrellata che spero funga da intermezzo antistress… . (cliccare sulle immagini per ingrandirle) NB Le immagini di queste pagine sono tratte dal web e sono state pubblicate credendo di non violare alcun [...]
  • Foto esplose (illusioni ottiche fotog... Una osservazione fatta come in punto di fuga: tende a scoprire un gioco di prospettive che sempre di più si addentrano nella materia, fino a perdere il punto certo di un inizio. Le sottostanti foto che “esplodono” ci vengono incontro in un gioco diverso dal solito piatto modo di vedere. . (cliccare sulle immagini per [...]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *