E’ uno dei piatti più semplici da preparare, ma non per questo meno gustoso di altri tipici della tradizione culinaria siciliana.
Secondo lo storico greco Erodoto, l’aglio era già conosciuto ed usato come alimento dagli operai che innalzarono la piramide di Gizah, sotto la quarta dinastia egizia.
I bulbi, come l’aglio, la cipolla, il porro, non hanno alcuna importanza nutrizionale: infatti si usano esclusivamente come condimento. Esistono numerose varietà di aglio: l’ Allium Ascalonicum, o scalogno, l’allium porro, e l’Allium scorodoprasum o erba cipollina. Gli esperti consigliano di conservare questo bulbo, in ambiente fresco e ben ventilato..

.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 500 gr di spaghetti
  • 8 spicchi d’aglio
  • Olio d’oliva extravergine
  • peperoncino q.b.
  • 1 mazzetto di prezzemolo freschissimo tritato
  • 100 gr di pecorino o parmigiano grattugiato
  • Sale q.b.

.

Mondate l’aglio e tagliatelo a pezzettini mentre avrete messo sul fuoco una pentola con acqua. Appena questa bolle, salate e tuffatevi gli spaghetti.
In una padella fate soffriggere l’aglio in olio a fuoco moderato fino a farlo dorare e aggiungete un mestolo di acqua di pasta.
Scolate gli spaghetti al dente e nella stessa pentola condite con l’aglio e l’olio. Spruzzate con il prezzemolo e aggiungete il peperoncino tritato.
Servite in un piatto di portata accompagnando con il formaggio da voi scelto.