Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Pasta coi broccoli in tegame (broccoli arriminati)

Questo piatto del palermitano è nato dal connubio tra la cultura araba e quella spagnola, presenti in Sicilia in tempi diversi.
Se l’uso dello zafferano, della passolina e dei pinoli è infatti di derivazione araba, l’impianto vero e proprio è di origine barocca. E’ un piatto simbolo della cucina tipica siciliana ed è più noto come pasta coi “broccoli arriminati“.
E’ importante ricordare che i broccoli dei siciliani, altrove sono detti cavolfiori.
Per la sua struttura, per alcuni ingredienti e per le modalità di esecuzione, questo piatto ricorda la famosissima pasta con le sarde

Raccomandava Plinio: “Saggio è nutrirsi di cavoli domestici“. 

.

broc

.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 1/2 chilo di bucatini (pasta)
  • 1 chilo di broccoli puliti e tagliati a grossi pezzi
  • 1 cipolla
  • 4 acciughe
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 cucchiaio di uva passa
  • 1 bustina di zafferano (stigmi)
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato
  • 100 grammi di caciocavallo grattugiato
  • olio d’oliva extravergine
  • sale e pepe q.b.

.

Lessate i broccoli in una pentola con acqua bollente salata ed aggiungete lo zafferano.
In un tegame fate imbiondire la cipolla tritata con un poco d’olio e l’aglio schiacciato.
Scolate i broccoli, tagliateli a pezzi più piccoli metteteli a rosolare nel tegame con l’olio, I’aglio e la cipolla. 

Lasciate cuocere per dieci minuti circa, quindi aggiungete l’uva passa, i pinoli e le acciughe precedentemente sciolte in un poco d’olio e mescolate tutto di tanto in tanto.
Lessate i bucatini nell’acqua di cottura del broccolo ed aggiungete eventualmente sale. Dopo averli scolati, metteteli nel tegame dove sono stati soffritti i pezzi di broccolo ed amalgamate tutto per qualche minuto. 

Servite a tavola dopo aver spolverato con caciocavallo .

Similar posts