Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Pasta con i tenerumi

Questo nome, “tenerumi“, non ha in italiano un vero equivalente.
“Tenerezze” sono i germogli delle zucchine lunghe che, in alcuni paesi dell’entroterra siciliana, sono detti anche “càddi di cucùzza“.
La pasta cucinata in questo modo è una ricetta originaria del ragusano, anche se Palermo l’ha fatta sua, arricchendola con un numero consistente di varianti.
Questa verdura è ritenuta, oltre che di facile digeribilità, anche molto rinfrescante e leggera. Anzi è uso comune consumarla per far riposare lo stomaco. Nel gergo locale, infatti, con “manciàri pasta chi tinnirùma” si indica un mangiare fatto di niente.

.

ten

.

INGREDIENTI
Per 4 persone:

  • 400 grammi di spaghetti
  • 200 grammi di pomodori pelati
  • 2 mazzi di tenerumi
  • 1 zucchina siciliana di media lunghezza
  • 2 patate grosse
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale e pepe o peperoncino q. b.
  • olio d’oliva extravergine

.

Fate un soffritto con l’aglio schiacciato, l’olio, i pomodori pelati privati dei semi e tagliati a pezzetti, le foglie dei tenerumi spezzettate, la zucchina tagliata a tocchetti e le patate pelate e fatte a pezzetti.
Rosolate bene, quindi unite mezzo litro d’acqua, salate, pepate e fate cuocere per circa mezz’ora.
Adesso mettete gli spaghetti in un tovagliolo chiudendolo come fosse un sacchetto e con il palmo della mano spezzettateli. Tuffateli nella pentola del condimento e, a cottura ultimata, servite in tavola.

Similar posts
  • Pasta aglio, olio e peperoncino E’ uno dei piatti più semplici da preparare, ma non per questo meno gustoso di altri tipici della tradizione culinaria siciliana. Secondo lo storico greco Erodoto, l’aglio era già conosciuto ed usato come alimento dagli operai che innalzarono la piramide di Gizah, sotto la quarta dinastia egizia. I bulbi, come l’aglio, la cipolla, il porro, [...]
  • Pasta con aragosta Nota sin dalla più remota antichità: Plinio e gli scrittori dell’epoca la chiamarono locusta, voce pure usata nel Medioevo, l’aragosta si può ritenere a ragione, la regina dei crostacei e dei frutti di mare! Non solo per i deliziosi sapori che trasudano da essa, ma soprattutto per la particolarità della sua conformazione! Pregiata, rara, dunque [...]
  • Ricetta tipica siciliana: aggrassàtu La cucina siciliana fa uso di particolari tecniche per preparare la carne. Modi tradizionali della cultura gastronomica dell’isola per rendere un piatto più gustoso ed originale. Una ricetta tipica è rappresentata da questo “aggrassàtu“, saporito secondo di carne che si prepara per lo più con gli ovini, ma anche con i bovini. Il termine in [...]
  • Tagghiarini con sogliole Con il nome tagghiarini, si intende un tipo di pasta fatta in casa, lavorata spianando l’impasto di farina ed uova su una superfice piatta e ricorrendo al mattarello, tagliata quindi in striscie sottili e successivamente sospesa a cavallo di una canna. Le tagliatelle industriali sono ben altra cosa! La sogliola, che qui funge da condimento, [...]
  • Vermicelli alla siciliana Un primo piatto di Alcamo e di tutto il trapanese. Questo particolare tipo di pasta, il cui nome d’origine era ytria o tria, è un’invenzione araba. Il geografo arabo Idrisi, vissuto dal 1100 al 1165, ci racconta ne “Il libro di Ruggero” che a Trabia e a ponente di Termini c’erano vasti poderi dove si [...]