Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Quando l’uomo scopre che la Terra è una sfera?

La forma sferica viene ipotizzata per la prima volta nell’antica Grecia. Osservando l’ombra della Terra proiettata sulla Luna, alcuni grandi filosofi, come Aristotele, deducono si tratta di una sfera.
Inizialmente l’uomo immagina la Terra come un disco, una grande isola circondata dal mare. Questa convinzione permane a lungo nell’immaginario collettivo.
Nel 340 a.C. il filosofo greco Aristotele esclude l’ipotesi del disco piano e propone l’idea di una forma sferica e circolare, un globo.
Gli argomenti di Aristotele sono scritti nel De caleo e sono essenzialmente due: l’ombra terrestre sulla Luna e l’orizzonte del mare.

L’ombra della Terra sulla Luna
Tuttavia, osserva il filosofo Aristotele, se la Terra fosse un disco, l’ombra sulla Luna dovrebbe essere molto più allungata ed ellittica. Ci apparirebbe sferica soltanto nel caso in cui il Sole, la Terra e la Luna fossero perfettamente allineati.
L’unica possibile spiegazione della forma dell’ombra terrestre proiettata sulla Luna è che la Terra sia un pianeta sferico.

Le navi e l’orizzonte marino
Un altro argomento di Aristotele a favore della forma sferica terrestre è l’orizzonte del mare.
Osservando l’orizzonte marino, i greci si accorgono che le vele scompaiono sempre dopo lo scafo quando una nave si allontana. Sono, invece, le prime a vedersi quando una nave si avvicina al porto da molto lontano.

sfericita-terra-prova-1-okpediaQuesto fenomeno è possibile soltanto se la nave si sta spostando su un globo, non su un disco piano. e conferma la forma sferica della Terra.

La posizione della stella polare nel cielo
Un altro indizio depone a favore della sfericità della Terra. Gli antichi navigatori greci si accorgono della differente posizione delle stelle nelle regioni meridionali e settentrionali.
In Egitto e nel basso Mediterraneo la Stella Polare è più alta nel cielo notturno, mentre è sempre più bassa quando ci si sposta nelle regioni settentrionali dell’Europa. Alcune stelle scompaiono del tutto.

sfericita-terra-prova-2-okpediaQuesto fenomeno è compatibile soltanto con l’ipotesi della Terra sferica. Se la Terra fosse un disco piatto tutte le stelle dovrebbero continuare a vedersi nel cielo anche se in posizioni diverse della volta celeste.
Ad esempio, nella seguente rappresentazione grafica elaborata da Okpedia viene mostrato il caso ipotetico della Terra piatta. Tutte le stelle sono sempre visibili da qualsiasi luogo, muta soltanto la loro posizione in cielo. Questa ipotesi non è però confermata dalla realtà osservata. 

sfericita-terra-prova-3-okpediaSeguendo questo ragionamento, il filosofo Aristotele elabora anche una stima della misura della circonferenza della Terra, circa 73 mila chilometri, ma eccede nel calcolo. La misura di Aristotele è quasi doppia rispetto alla reale circonferenza della Terra.
Va detto che il filosofo giunge a queste conclusioni tramite semplici osservazioni locali e calcoli geometrici, in un’epoca in cui tutti credono all’ipotesi della Terra piatta. Nonostante il calcolo sia errato, la deduzione della forma sferica o sferoidale della Terra è comunque esatta.

fonte: okpedia.it
 

vedi anche:

Similar posts
  • Archeologia – Scavata la città ...  Per la prima volta è stata scavata una parte dell’antica città greca di Tenea, vicino a Corinto. Gli archeologi hanno trovato i resti di alcune abitazioni e sette nuove tombe datate dal 300 a.C. al 400 d.C., piene di reperti, gioielli e monete ellenistiche e romane. Gli studiosi conoscono la posizione generale di Tenea almeno [...]
  • Buchi neri e reincarnazione Il grande vantaggio dell’entrare in contatto col vostro sé interiore tramite la meditazione, è che ottenete accesso ad informazioni che sarebbero altrimenti del tutto impossibili da acquisire con la vostra mente conscia o sé esteriore. Il vostro sé esteriore è focalizzato sui cinque sensi fisici, che forniscono informazioni attingendo all’ambiente fisico circostante di terza densità. [...]
  • Aristotele, il filosofo per antonomas... Aristotele (Stagira, Macedonia 384 – Calcide, Eubea 322 a.C.), filosofo greco. Figlio di un medico al servizio del re Aminta di Macedonia, all’età di diciotto anni Aristotele si trasferì ad Atene per studiare presso l’Accademia platonica, dove rimase per vent’anni, dapprima come allievo di Platone e poi come maestro. Nel 347 a.C., dopo la morte [...]
  • La creazione dell’uomo secondo ... In una notte scura e stellata, un gruppo di Pellerossa stava accovacciato intorno ad un falò. Improvvisamente il guerriero più anziano si alzò in piedi. Il suo volto era vecchio e bruno come la terra e portava sulle spalle una coperta dai vivaci colori. Cominciò a narrare la storia dell’inizio del mondo… Quando Coyote, il [...]
  • L’elmo di Milziade, l’eroe di Maraton... La battaglia di Maratona è un simbolo. E’ entrata nell’immaginario collettivo perché, se l’esito dello scontro fosse stato diverso, è probabile che l’Occidente, come noi lo intendiamo, non sarebbe mai nato. Ma non tutti sanno che, ancora oggi, come testimone dell’evento, con occhi di bronzo e sguardo fiero e minaccioso sopravvive l’Elmo di Milziade. . [...]