Antichi utensili e ossa scoperti in Cina da un gruppo di archeologi indicano che i primi umani lasciarono l’Africa e arrivarono in Asia prima di quanto si pensasse.

Questa scoperta implica che gli ominidi lasciarono l’Africa prima di quanto indicato dalle prove di Dmanisi.

La scoperta illustra come i nostri antenati colonizzarono l’Asia orientale più di due milioni di anni fa, riscrivendo efficacemente la storia così come la conosciamo.
Le prove archeologiche sono state scoperte a Shangchen, sull’altopiano sud di Loess, da una squadra cinese guidata da Zhaoyu Zhu.
I pezzi più antichi risalgono a 2,12 milioni di anni fa e sono circa 270.000 anni più vecchi dei resti di ossa e strumenti in pietra di Dmanisi, in Georgia, che in precedenza erano considerati la prova più antica di prove umane al di fuori dell’Africa.

Situato su una collina nella provincia cinese dello Shaanxi, questo sito di scavi ha esposto gli strumenti di pietra più antichi di Shangchen. Il geologo dell’Accademia delle Scienze cinese Zhaoyu Zhu e i suoi colleghi hanno scavato l’area per 13 anni. Immagine di credito: Zhaoyu Zhu

Trovare artefatti che conoscevi avevano circa due milioni di anni – e quindi il più antico al di fuori dell’Africa – era per me, come un paleoantropologo, davvero eccitante“, dice il coautore dello studio  Robin Dennell , professore all’Università di Exeter.
Più persone hanno scalato l’Everest che trovare strumenti di pietra così antichi.
Ho sempre detto che una volta che i ricercatori cinesi inizieranno a cercare prove su una scala simile a quella di tutti i soldi spesi in Africa, le cose si presenteranno!“, esclama  Gerrit van den Bergh, un paleoantropologo dell’Università di Wollongong che non era coinvolto nello studio .
Mostra ancora quanto poco sappiamo in realtà.
I manufatti includono una tacca, raschietti, martingtoni e pezzi appuntiti.

Alcuni dei manufatti in pietra dei più antichi strati di sedimenti di Shangchen. Immagine di credito: Zhaoyu Zhu

Tutti mostrano segni di utilizzo: la pietra, per esempio, aveva le scale fatte intenzionalmente.
La maggior parte erano fatti di quarzite e quarzo che probabilmente provenivano dalle montagne Qinling a una distanza tra 5 e 10 km.
Frammenti di ossa di animali risalenti a circa 2,12 milioni di anni sono stati scoperti dal gruppo archeologico guidato da Zhaoyu Zhu.

Gli antichi strumenti in pietra sono stati scoperti in 11 diversi strati di terreno che corrispondono a un clima caldo e umido.
Altri, trovati in sei diversi strati, corrispondevano a condizioni più fredde e più asciutte.
In totale, i 17 strati coprono un periodo di quasi un milione di anni.
Secondo gli esperti, questo dimostra che i primi tipi di umani occuparono l’altopiano cinese in diverse condizioni climatiche tra 1,2 e 2,1 milioni di anni fa.

.

fonte: ancient-code.com

.