Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
Shu, dio dell’aria secca

Shu, dio dell’aria secca

Dio dell’aria secca, figlio di Atum e gemello di Tefnut. Genera Geb e Nut.

Il dio Shu – Wikipedia – Immagine di Jeff Dahl, opera propria rilasciata con licenza CC BY-SA 4.0

Il dio Shu fu creato dal respiro di Atum e rappresenta il primo oggetto della creazione, il vuoto, l’umidità dell’aria, ma è anche il soffio vitale che anima le creature.
Soffio vitale che uscito dal naso di Atum ne fece battere il cuore risvegliandone la coscienza.

Generato insieme alla sorella Tefnut formarono la prima coppia divina assimilata al sole e alla luna.

Nella cosmogonia heliopolitana Shu e Tefnut diedero vita a Geb e Nut rispettivamente la terra e il cielo, i quali generarono Osiride, Iside, Seth e Nefhti che formarono, con il demiurgo Atum, la Grande Enneade di Eliopoli.

Particolare del papiro Greenfield (il Libro dei Morti di Nesitanebtashru). Raffigura il dio dell’aria Shu, assistito dalle divinità Heh dalla testa di ariete, che sostiene la dea del cielo Nut mentre il dio della terra Geb si adagia al di sotto. – Wikipedia, pubblico dominio

Il dio Shu è rappresentato con il capo sormontato da una piuma nell’atto di separare il cielo dalla terra.

Stralcio testo tratto dalla pagina: isolafelice.forumcommunity.net sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

.

.