I sorbetti e la Sicilia: un binomio perfetto riuscito grazie agli arabi. Questi inventarono i sorbetti con la neve insaporita con dei dolcificanti e profumata con gli aromi. La parola deriva dal turco “serbet”, cioè bere.
Già Senofonte dà la ricetta: neve dell’Etna, miele, frutta e aromi, per cui è chiaro che il sorbetto si consumava alle mense patrizie nella Roma imperiale.
La preparazione in Sicilia è antichissima e proprio i siciliani sono stati i primi a creare dei veri capolavori.
E’ storia che Caterina dei Medici aveva al suo seguito un gelataio siciliano e che il primo Caffè di Parigi fu aperto dal siciliano Procopio dei Coltelli..

.

INGREDIENTI
Per 6 persone:

  • 2 chili di limoni maturi
  • 200 grammi di limoni verdi
  • zucchero a piacere (almeno 100 g)
  • 1 bicchiere di Martini bianco.

Prendete i limoni e spremeteli ad ottenere un litro di succo. Versatelo in una sorbettiera elettrica e aggiungete lo zucchero ed il bicchiere di Martini. Quindi azionate la sorbettiera.
Il sorbetto sarà pronto quando risulterà cremoso e liscio.
Adottate lo stesso procedimento per la preparazione del sorbetto all’arancia. Al posto del succo di limone utilizzerete però un litro di succo d’arancia e un bicchiere di succo di limone.
E’ consigliabile servire il sorbetto appena fatto (quindi non conservare in frigo) nelle coppe da gelato.