Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Spumette di nocciole

L’uso delle nocciole è limitato, in Sicilia, alla sola pasticceria per la preparazione di confetture, torroni, biscotteria, torte.
Con la sua essenza, possono essere preparati anche liquori. In graniglia la nocciola decora budini e viene incorporata con altri ingredienti, nei gelati e nella cassata siciliana.
Il nocciolo, è considerato albero sacro, alla cui ombra si può dormire senza timore: vi dormì infatti Gesù Bambino. Le nocciole benedette a Natale e messe dentro il presepe, in seguito si donano a chi viene colpito da coliche nefritiche, la credenza popolare dice che la guarigione arriverà presto.

.

.

INGREDIENTI
Per 6 persone:

  • 200g di nocciole sgusciate
  • gli albumi di quattro uova
  • 200g.di zucchero a velo
  • la scorza grattugiata di un limone
  • Burro e farina per la teglia.

.

Tritate le nocciole senza privarle della loro pellicola.
Montate a neve gli albumi ed Incorporatevi poco alla volta, lo zucchero a velo, continuando a mescolare.
Unite le nocciole tritate e la scorza di limone grattuggiata. Distribuite a mucchietti il composto in una teglia imburrata e spolverata di farina.
Introducete la teglia in forno caldo e lasciatevela per 30′.

Similar posts
  • La cucina siciliana – Premessa
    La cucina siciliana è intimamente collegata sia alle vicende storiche e culturali della Sicilia, sia alla vita religiosa e spirituale dell’isola. Si tratta infatti di una cultura gastronomica composita e multiforme, che mostra testimonianze e contributi di tutte le culture che si sono insediate in Sicilia negli ultimi due millenni. E’ possibile infatti riscontrare segni […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.