Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Una colomba

Oggi desidero ricordarvi una lirica di Giuseppe Ungaretti, una di quelle che piacciono tanto agli studenti perché l’imparano in mezzo minuto, e agli uomini di pensiero perché ti tolgono il sonno per una notte intera?

«D’altri diluvi una colomba ascolto».

Un solo verso, un endecasillabo, è frutto di una “folgorazione momentanea” dello spirito, come affermò lo stesso Ungaretti. Una colomba che richiama alla sua memoria tempi molto lontani.
Due parole (altri diluvi) ci portano nel mistero di grandi diluvi primordiali dove, dopo la distruzione e la morte, si percepisce il frullare leggero di una colomba portatrice di pace e di speranza.

Scrive Antonio Santantoni:
Tutto qui? Sì, tutto qui. E scusate se è poco.

Perché proprio di diluvi, qui si tratta: in tutti i campi e in tutte le latitudini del mondo. Guerre interminabili, stragi, sommosse, fame, sete, crisi assassine, banche criminali. Sono questi i diluvi su cui piange una colomba che non ha più né terra né rami su cui poggiare i piedi e riposare.
Dolce, mite, triste Colomba non darti per vinta! Continua a cercare; fino a portaci un altro ramoscello d’ulivo. È tutta l’umanità che l’aspetta.

.

colombo

Similar posts
  • “Il più bello dei mari” Nazim Hikmet ... Nâzım Hikmet-Ran (1901 – 1963) è stato un poeta, drammaturgo e scrittore turco naturalizzato polacco. Definito “comunista romantico” o “rivoluzionario romantico”, è considerato uno dei più importanti poeti turchi dell’epoca moderna. Ho scelto, per questa pagina, la poesia “Il più bello dei mari” perchè questa composizione sembra donare una spinta positiva… e perchè la percepisco [...]
  • Ode al fiore azzurro Ode al fiore azzurro Una poesia di Pablo Neruda Camminando verso il mare nella prateria oggi è novembre, tutto è nato ormai, tutto ha statura, ondulazione, fragranza. erba dopo erba intenderò la terra, passo per passo, fino alla linea impazzita dell’oceano. D’improvviso un’onda d’aria agita e ondeggia l’orzo selvatico: salta il volo di un uccello [...]
  • La pace perfetta C’era una volta un re che propose di dare un premio a quell’artista che avrebbe dipinto il miglior ritratto della Pace. Molti artisti tentarono. Il re guardò tutti i ritratti, ma c’erano, secondo lui, solamente due che realmente fossero degli degni di essere premiati e che bisognava scegliere tra loro due. Un ritratto rappresentava un [...]