La corsa al titolo

Nel 1982 comincò il Torneo Interzonale che avviava il nuovo ciclo mondiale. Disputato in tre prove con quattordici partecipanti ognuna, dava l’accesso al Torneo dei Candidati solamente a primi due classificati di ciascuna prova, nel gruppo di Mosca, il giovane Garry Kasparov non ebbe difficoltà a classificarsi primo con un punto e mezzo di vantaggio.
Pochi mesi dopo cominciarono i match fra i Candidati, Kasparov ebbe un sorteggio sfavorevole dovendo incontrare Beliavskij che oltre ad essere il campione sovietico in carica, era il più in forma del momento. L’incontro, stabilito in dieci partite, rimase incerto fino alla quarta partita, ma alla quinta, Kasparov cominciò a prevalere nettamente ed ebbe bisogno solamente di nove delle dieci partite per eliminare il campione sovietico. Il suo successivo rivale svrebbe potuto essere Smyslov vincitore di Hubner o Korcnoj che aveve stravinto con Portisch oppure Ribli che aveva vinto di stretta misura il filippino Torre. Il sorteggio gli riservò il più difficile degli avversari, l’esperto Korcnoj. Il duello stabilito in 12 partite, cominciò con una vittoria diKorcnoj a cui seguirono quattro patte, ma nella sesta partita accadde qualcosa che determinò una svolta decisiva dell’incontro: si era concretizzata una posizione palesemente di patta, e il vicecampione del mondo avrebbe potuto e dovuto realizzare una triplice ripetizione di mosse che avrebbe portato automaticamte al risultato pari. Sorprendentemente Korcnoj eseguí una mossa spaventosa che permise a Kasparov di alzarsi con al vittoria. Da quel momento di debolezza, Garry Kasparov riprese forza e la fiducia in se stesso vincendo la settima, la nona e l’undicesima decisiva partita.
L’ultimo ostacolo tra Kasparov e il diritto di incontrare Karpov per il titolo mondiale fu la finale del Torneo dei Candidati con l’ex campione del mondo Vasilij Smyslov che si era sbarazzato di tutti i suoi avversari, l’incontro durò tredici partite, al termine delle quali il favoritissimo Kasparov ne aveve vinte quattro e pattate otto.
Cosi l’ambizione ed il ritmo evolutivo di Garry Kasparov gli permetteveno già a metà degli anni ’80 di essere pronto per la sfida con l’invincibile Karpov. Due concezioni di gioco cominciavano la loro impareggiabile contesa.

CAMPIONE DEL MONDO

Garry Kasparov

Garry Kasparov

Le regole del match indicavano il vincitore in colui che avrebbe ottenuto sei vittorie senza limite di partite, in meno di venti giochi Kasparov si ritrovò sotto di quattro punti poi ne perse un quinto, la partita del match sembrava imminente, ma quando tutti lo davano per sconfitto, Kasparov realizzò una difesa accanita e scoraggiò l’avversario con una raffica di patte, poi poco alla volta andò a raccogliere le prime vittorie. L’incontro trasformato in una estenuante maratona venne sospeso dal Presidente della FIDE dopo quarantotto partite sul punteggio di 5 a 3 ( le ultime due erano state vinte daKasparov mentre Karpov non aveva più vinto dalla 27°). Era stato giocato il match più lungo della storia degli scacchi moderni completamente inutile ai fini del risultato.
Si dovette organizzare una seconda sfida l’anno successivo, questa volta la vittoria sarebbe stata attribuita al meglio delle 24 partite con al clausola che, in caso di parità, il campione avrebbe conservato il titolo.
Lo score segnava 12 a 11 a favore dello sfidante, ma Karpov avrebbe conservato la corona vincendo l’ultima decisiva partita, una delle più appassionanti della storia dei mondiali. Avendo bisogno di vincere Karpovarrischiò molto e Kasparov fu all’altezza. Garry usò una delle sue armi preferite, la variante Najdorf della difesa Siciliana 5. …./ a6 alla quale fece ricorso diverse volte, ed al momento di 42. Rxg2/Cd4+ Karpov fermò L’orologio e tese la mano a Kasparov. Era la resa al più giovane campione del del mondo della storia.
 

ELENCO CRONOLOGICO DEI CAMPIONI DEL MONDO

ADOLF ANDERSSEN (Gcrmania) DAL 1851 AL 1858
PAUL MORPHY (Stati Uniti) DAL 1858 AL 1863
WILHELM SIEINITZ (Austria) DAL 1866 AL 1894
EMANUEL LASKER (Germania) DAL 1894 AL 1921
JOSE RAUL CAPABLANCA (Cuba) DAL 1921 AL 1927
ALEXANDER ALIECHIN (URSS) DAL 1927 AL 1935
MAX EUNVE (Olanda) DAL 1935 AL 1937
ALEXANDER ALIECHIN (URSS) DAL 1937 AL 1946
MICHAIL BOTVINNIK (URSS) DAL 1948 AL 1957
VASSILY SMYSLOV (URSS) DAL 1957 AL 1958
MICHAIL BOTVINNIK (URSS) DAL 1958 AL 1960
MICHAIL TAL (URSS) DAL 1960 AL 1961
MICHAIL BOTVINNIK (URSS) DAL 1961 AL 1963
TIGRAN PETROSIAN (URSS) DAL 1963 AL 1969
BORIS SPASSKY (URSS) DAL 1969 AL 1972
ROBERT J. FISCHER (Stati Uniti) DAL 1972 AL 1976
ANATOLY KARPOV (URSS) DAL 1976 AL 1985
GARRY KASPAROV (URSS) DAL 1985 

per una paoramica aggiornata vedi: https://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_del_mondo_di_scacchi

.

__________________

Una finestra sul gioco degli scacchi: