Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Una poesia di Paul Verlaine: Marina

Paul Marie Verlaine

Paul Marie Verlaine (1844 – 1896) è stato un poeta francese. Figura del poeta maledetto, Verlaine viene riconosciuto come il maestro dei giovani poeti del suo tempo.

La sua influenza sarà significativa ed i posteri accoglieranno questa arte poetica verlaineana, niente che vi è in lui pesa o posa, fatta di musicalità e della fluidità che gioca con i ritmi dispari.

Il tono di molte delle sue poesie che combinano spesso malinconia e chiaroscuro, rivela, al di là della forma efficace di semplicità, una sensibilità profonda, che risuona con gli approcci di alcuni pittori impressionisti e musicisti come Reynaldo Hahn e Claude Debussy, i quali saranno presenti nella musica delle poesie di Verlaine.

(stralcio tratto da: wikipedia)

.

.
Marina

.

L’oceano sonoro
Palpita sotto l’occhio
Della luna in lutto
E palpita ancora,
Mentre un lampo
Vivido e sinistro
Fende il cielo di bistro
D’un lungo zigzag luminoso,
E che ogni onda
In salti convulsi
Lungo tutta la scogliera
Va, si ritira, brilla e risuona.
E nel firmamento,
Dove erra l’uragano,
Ruggisce il tuono
Formidabilmente.

.

(Paul Verlaine)

.

testo poesia tratto da: risorsegratuite.org

Similar posts
  • Sfondi per desktop ris. 1920×1080 – V...
    La poesia che dà titolo alla raccolta “Il mio letto è una nave” di Robert Louis Stevenson, descrive il viaggio che fa un bambino quando ascolta o legge una fiaba, una storia appassionante. Dalla tranquillità del proprio letto, il bambino si trova catapultato in un mondo di fate, marziani, principesse, pirati e vite da salvare, […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.