Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
La leggenda del lago di Anterselva

La leggenda del lago di Anterselva

C’era una volta un contadino tanto avaro che avrebbe preferito non dar da mangiare nemmeno a sua moglie.

Questo contadino abitava in un bel maso (1)  in fondo alla valle di Anterselva. Ma un giorno, all’imbrunire, quando il contadino stava cenando tranquillamente, qualcuno bussò alla sua porta. Era un mendicante che aveva percorso un sentiero faticoso e sassoso del passo passo Stalle (Staller Sattel) ed ora chiedeva un posto per dormire e qualcosa da mangiare e da bere. Si rivolse al contadino, che gli aprì la porta, con tono gentile e dimesso ma quest’ultimo non si lasciò intenerire. Diede al mendicante solo un bicchiere d’acqua, lodandone la qualità, poi lo cacciò via.

Il poveretto, benché stanco morto dovette rimettersi in cammino per raggiungere il fondo valle ancora lontano. Ma prima di uscire dalla proprietà del contadino, gli gridò:
“vedrai che verrà brutto tempo e pioverà e la pioggia scenderà così abbondante che ne avrai abbastanza per tutta la tua vita!”.
Il contadino non si preoccupò minimamente della maledizione lanciatagli dal mendicante.

Ma dalla fontana cominciò a zampillare un po’ più acqua del solito, e il giorno dopo ancora di più. Infine l’acqua cominciò ad uscire dalla fontana, il cielo si oscurò, i fulmini caddero sulla valle e i tuoni rimbombarono dalle pareti della Croda Rossa a Collalto, tanto che il contadino non riusciva a sentire nemmeno le sue stesse parole. Il terzo giorno dalle pendici si staccarono enormi masse di terra che sbarrarono la valle proprio sotto il maso. Siccome il torrente si era ingrossato a causa delle piogge copiose e dalla fontana sgorgava ininterrottamente acqua, si formò nel giro di poche ore un lago, che inondò e sommerse il maso dell’avaro contadino, arrivando ad una profondità di quasi 40 metri.

Così, secondo la leggenda, nacque il Lago di Anterselva.

Stralcio testo tratto dalla pagina: mickycompany.wordpress.com sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

Il lago di Anterselva visto da Nord, Sudtirolo – Wikipedia, foto: Corrado de Luca (user Corrado86) – Opera propria rilasciata con licenza CC BY-SA 2.5 it

Il Lago di Anterselva costituisce lo scenario più spettacolare dell’omonima valle nella provincia di Bolzano. Questo lago alpino, incastonato tra le meravigliose vette del Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina e caratterizzato da acque con riflessi verde-turchese, è situato a 1.642 metri di altitudine e rappresenta una delle mete più popolari della Val Pusteria.

Stralcio testo tratto dalla pagina: anterselva.net sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

_________
(1) Il maso è una abitazione rurale tipica del Trentino-Alto Adige

.

.