Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
Tag: <span>amore</span>

Tag: amore

Hathor, la figlia di Ra

Hathor, figlia di Ra e divinità dell’amore e fecondità: chiamata Ishtar dai Babilonesi e Afrodite dai Greci. Hathor è una divinità antichissima della mitologia egizia, multiforme e collegata all’archetipo delle Grandi Madri protostoriche, il cui nome significa “casa di Horus“. Dea dell’amore e della gioia, dea madre universale, in quanto generava il dio …

La storia della donna… vista dall’uomo

La donna: breve excursus storico-scientifico-religioso L’uomo è la misura di tutte le cose. È questa un’affermazione che appare quantomeno discutibile, ma che è, purtroppo, riconoscibile nell’evoluzione di molti saperi e che non è stata mai veramente abbandonata, malgrado l’avanzamento delle conoscenze. Essendo il genere maschile assunto a riferimento universale, non …

Il cibo ed Afrodite

Nella mitologia greca, Afrodite era una presenza che incuteva riverenza, perché provocava nei mortali e nelle divinità l’innamoramento ed il concepimento di una nuova vita. L’archetipo Afrodite determina il piacere che certe donne provano per l’amore, la bellezza, la sensualità e la sessualità. Ella rappresenta la spinta a garantire la …

La favola di Psiche (respiro, soffio vitale, anima) e Amore (Eros).

Omero, nell’Odissea, usa un termine, ψϋχή (psiche), che lo stesso Socrate sfrutterà come pilastro della sua filosofia; “psiche”, respiro, soffio vitale, anima. Presso i Greci, Psiche (Psyche) designava dunque l’anima perché originariamente identificata con il ‘soffio’, il respiro vitale. Le parole «anima» e «psiche» possono essere considerate come sinonimi, sebbene …

14 febbraio: San Valentino, il santo dell’amore

Pochi conoscono la vera storia del vescovo e martire Valentino. Valentino da Interamna, vescovo, martire e santo patrono dell’amore universale, nacque intorno all’anno 176 nella città umbra che oggi corrisponde all’attuale Terni, l’antica Interamna Nahartium o Interamnia. Morì a Roma per decapitazione sotto l’impero di Aureliano nell’anno 270 (o forse …