Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Articoli con tag Roma

Roma, il Ghetto e due note in prosa r...

di Sandro Boccia . IL GHETTO Nei pressi del Portico d’Ottavia son raffigurate, sopra un muretto scalcinato antiche misure del pesce che si pescava nelle vicine acque del fiume. Quando la lunghezza oltrepassava il limite, come il pecorume, la gente lo doveva consegnare al Papa come dazio, e se c’era qualcuno che iaveva gli zebedei veniva con severità punito dal Pontefice, […]

Rimeggiando tra miti, attualità e sto...

Il terzo approccio con la “città eterna” proposto da Sandro Boccia che ci invita, con la sua prosa rimata, a leggere considerando quattro diversi momenti della storia di Roma (“I sette re di Roma”, “La legione”, “Il processo nell’antica Roma”) .   . I SETTE RE DI ROMA. Dopo Romolo, regnò su una Roma ancora piena di miseria, Numa Pompilio, che istituì […]

I maestri e l’eredità

I maestri e l’eredità   Belli forse ha ricamato la poesia romana più verace e bella, anche se non ci si puo’ scordar die Zanazzo, Trilussa e Pascarella. Questi grandi del sonetto, armati di penna, inchiostro e estro, che confronto a loro son come uno scolaro rispetto a un maestro, hanno immortalato Roma, così capoccia, così […]

Rimeggiando tra miti, attualità e sto...

L’amico Sandro Boccia ci invita, con la sua prosa rimata, ad un primo approccio con la “città eterna” considerano quattro diversi momenti della storia dell’antica Roma ( “Mors tua vita mea”, “Cornelia”, “La congiura di Catilina” e “Nerone”)   “MORS TUA VITA MEA”  Come i giocatori di pallone dei tempi nostri erano osannati e similmente […]

La rivoluzione romana di Cola di Rien...

Nel 1303 era morto Bonifacio VIII. Nel 1305 fu eletto papa il vescovo di Bordeaux, Bertrand de Got, particolarmente legato al re di Francia. Il nuovo pontefice assunse il nome di Clemente V e si stabilì in Avignone, invitando i cardinali a raggiungerlo colà. Ebbe, in tal maniera, principio l’esilio avignonese o la cattività avignonese del […]

L’opera “Tosca” rac...

L’opera “Tosca” raccontata, in prosa rimata, da Sandro Boccia.

Dramma in cinque atti, “Tosca” andò in scena il 24 novembre 1887 al Thèatre de la Porte Sain Martin di Parigi e nella parte di Floria Tosca, gran cantante lirica prediletta da Cimarosa e Paisiello, nella Roma dell’anno 1800, fu Sarah Bernhardt. Va ben letta la pagina del confronto con un soggetto “verista” e con […]

Il Concilio del cadavere

(Il Duchesne ci descrive, con efficace e drammatica rappresenta­zione, quello che fu uno degli episodi più tristi del secolo X, il giu­dizio di deposizione di papa Formoso, pronunciato dai suoi avversari, alla presenza del cadavere dissotterrato dell’accusato. Tale episodio ci dà la giusta misura delle condizioni nelle quali si trovavano Roma e il Papato nel […]

Nerone Claudio Cesare

La storia è scritta dai vincitori. Chi perde è destinato a essere oltraggiato. . Nerone (37-68 d.C.), imperatore romano (54-68), ultimo della gente Giulio-Claudia. Figlio di Gneo Domizio Enobarbo e di Agrippina Minore, cambiò il suo nome (Lucio Domizio Enobarbo) in Nerone Claudio Cesare dopo essere stato adottato dall’imperatore Claudio, che sua madre aveva sposato […]

Castel Sant’Angelo, il possente custo...

By G.M.S. Possente custode del luogo più sacro della città, Castel Sant’Angelo da quasi duemila anni svetta al di sopra del Tevere, con la sua mole un tempo simbolo del potere imperiale di Roma e divenuta più tardi fortezza papale. Le pietre che lo compongono raccontano una storia di stratificazioni, trasformazioni e movimentate vicende che […]