Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
Tanogabo.it

Mitologia greco-romana

In principio era il Caos.
Una forza ignota fece sì che cominciassero a separarsi tutti gli elementi del Caos e, da questi, si generarono Gea (la Terra), Eros (l’Amore), il Tartaro (l’Inferno), l’Erebo (la Tenebra) e la Notte.
In un secondo tempo, l’Erebo generò l’Etere (il Giorno), mentre Gea diede vita a Urano (il Cielo) e a Ponto (il Mare).

I genitori dei primi esseri soprannaturali dell’olimpo greco furono Urano e Gea che cominciarono ad avere figli con 50 teste e 100 mani ognuno e furono chiamati Ecatonchiri; i Ciclopi, i loro fratelli più giovani, erano giganti con un solo occhio in mezzo alla fronte. Il loro aspetto era così mostruoso che il padre, disgustato, li nascose nelle viscere della Terra. I Titani, ultimi figli, erano 12; di questi, alcuni formavano coppie: Oceano e Teti, Crono e Rea, Iperione e Tea, Giapeto, Mnemosine, Temi, Crio, Ceo e Febe.
Gea chiese aiuto ai figli Titani affinché punissero la ferocia di Urano. Crono, l’ultimo dei Titani, il più indignato, acconsentì e, aggredendolo nel sonno, lo mutilò. Dal sangue di Urano nacquero i Giganti, le Erinni e le ninfe Meliadi; inoltre, da alcune sue membra, cadute in mare, nacque Afrodite, dea della bellezza e dell’amore. Crono sposò la sorella Rea e divorava la sua prole allo scopo di sfatare una predizione secondo la quale sarebbe stato detronizzato da uno dei suoi figli. La moglie, dopo la nascita di Zeus, riuscì ad ingannarlo dandogli da mangiare una pietra avvolta in fasce.
Zeus fu allevato da un pastore di Creta, e da adulto affrontò il padre e lo costrinse a restituire i figli ingoiati, liberò dal Tartaro i Ciclopi e gli Ecatonchiri.
Crono, con l’aiuto dei Titani cercò di abbattere Zeus che riuscì, dopo dieci anni di guerra e con l’aiuto dei fratelli che si schierarono a suo favore, a sbaragliare il padre conquistando il primo posto dell’olimpo greco.

Pagine introduttive

La Grecia tra storia e leggende

Schema riepilogativo appartenenza divinità greche Dei olimpici ed affini

Dei, semidei, eroi e personaggi mitologici

A

Ade
Achille
Acheloo
Adrano
Afrodite
Alcione
Alfeo
Aloadi

Altea (Althaía)
Amphisbaena
Andromeda
Anfitrite
Apollo
Aracne
Arcade
Ares
Aretusa
Arpie
Artemide
Asclepio
Asteria
Atalanta
Ate
Atena
Atlante

B

Bellerofonte
Britomarti

C

Cabiri
Callisto
Cariti (Le Grazie)
Caronte
Cassiopea
Ceo (Coeus)
Centauri
Chirone
Circe
Crio (Crios)
Crisaore
Crono  

 

D

Dafne
Danae
Dedalo ed Icaro
Demetra
Deucalione
Dioniso
Dioscuri

E

Ebe
Echidna
Eco
Edipo
Efesto
Elena
Elio
Encelado
Endimione
Enea

Enyo (Enio)
Eolo
Epimeteo
Epione
Era
Eracle
Erinni (Furie)
Ermafrodito
Ermes
Estia
Ettore
Europa

F

Febe
Filottete
Flora – Chloris

 

G

Ganimede
Gea
Giacinto
Giapeto 

Giasone
Glauco

 

 

H

Hypnos

I

Idra
Ilizia
Imeneo 

Iperione
Ippolita 

J

Jince

K

 —

L

Leto
Leda

 

M

Maia  
Medusa 
Meleagro
Meliadi
Menezio
Menta (Mentha)
Merope
Meti (o Metide)
Minosse
Minotauro
Mnmosine
Muse

 

N

Narciso
Nereo
Nesti
Niobe

O

Oceano
Odisseo
Omero
Orchis
Oreste
Orfeo
Orione

P

Palici
Pan
Pandora
Partenope
Pasifae
Pegaso
Peleo
Pelope
Penelope
Perseo
Persefone
Philyra
Pirra
Psiche(Psyche)
Pleiadi
Pluto
Polifemo
Ponto
Poseidone
Priapo
Prometeo
Proserpina

Q

R

Rea
Rodo

 

S

Scite
Sibilla
Sileno
Sirene

T

Talassa
Teseo
Teia (Theia Tia)
Telchini
Teti (Nereidi)
Teti (titanide)
Tifone
Tiresia
Tritone

 

 

U

Urano

 

V

 

W

 

X

 

 

Y

 

 

Z

Zeus (Giove)

Le dolci muse
Alcune personificazioni “minori” della mitologia greco-romana

 I luoghi della mitologia greca 

A


Ade (regno)
Arcadia
Areopago

C

Campi Elisi
Cnosso
Colchide

D

Delfi

E

Eea
Eleusi
Ellesponto

G

Giardino delle Esperidi

H

Heraion di Olimpia

I

Inferi

M

Monte Cinto (Delo)
Monte Ida (Creta)
Monte Nisa
Monte Parnaso 

O

Olimpia

S

Stige (fiume)

T

Tartaro

 Ulteriori storie, leggende e miti del mondo greco-romano 


  Grecia – Roma  

La mitologia comporta un gran numero di dei, dee, semidei e di eroi. Ogni potenza naturale può essere rappresentata da una divinità. Inoltre esistono fonti multiple e divergenti sulla storia delle divinità.
Come ha scritto Pausania nel suo Periegesi della Grecia “le storie greche hanno in generale molte versioni e questo è particolarmente vero per la genealogia.” I Romani adottarono gli dei greci e le loro leggende. Molti dei ed eroi della mitologia greca avevano funzione e attributi simili nella mitologia romana. Ecco l’elenco dei più noti.

GRECHE ROMANE ATTRIBUZIONI
Ade Plutone Dio degli inferi
Afrodite Venere Dea dell’amore
Apollo Apollo Dio della luce, della medicina e della poesia
Ares Marte Dio della guerra
Artemide Diana Dea della caccia e del parto
Asclepio Esculapio Dio della medicina
Atena Minerva Dea delle arti, della guerra e della saggezza
Borea Aquilone Dio dei venti
Crono Saturno Per i greci, padre di Zeus . Nella mitologia romana, anche dio dell’agricoltura
Demetra Cerere Dea delle messi
Dike Astrea Dea della giustizia
Dionisio Bacco Dio del vino, della fertilità e della sfrenatezza
Efesto Vulcano Fabbro degli dei e dio del fuoco e della lavorazione dei metalli
Elios Sole Dio del sole, della luce e del calore
Eos Aurora Dea dell’aurora
Era Giunone Prot. del matrim.- (greci) sorella e moglie di Zeus , (romani) moglie di Giove
Eracle Ercole Eroe delle dodici fatiche
Erinni Furie Dee dell’ordine morale e della vendetta
Eris Discordia Dea della discordia
Ermes (Ermete) Mercurio Dio della scienza; protettore dei viaggiatori, dei ladri e dei vagabondi
Eros Amore/Cupido Dio dell’amore
Estia Vesta Dea del focolare domestico
Gea Gaia Tellus Simbolo della terra e madre e moglie (Terra) di Urano
Ipno (Hypnos) Sonno Dio del sonno
Leto Latona Possedeva i poteri del progresso tecnologico e vegliava sulla tecnologia e sui fabbri.
Nike Vittoria Personifica la Vittoria
Persefone Proserpina Dea della terra feconda
Poseidone Nettuno Dio del mare. Nella mitologia anche dio dei terremoti e dei cavalli
Rea Opi Cibele Sposa e sorella di Crono
Tanato (Thanatos) Mors La morte
Tiche Fortuna Dea della fortuna e del caso
Urano Urano Figlio e sposo di Gea e padre dei Titani
Zefiro Favonio Il vento di ponente
Zeus Giove Sovrano degli dei

 

 


Altri dei ed eroi della mitologia greca
.

Dolone, la tipica figura dell’antieroe
Eumenidi
– vedi Erinni

Evandro – Figlio di Ermes e di una ninfa. Altre tradizioni lo vogliono figlio di Sarpedonte (guerriero di Troia) oppure figlio di Priamo (re di Troia)
Febo – dio del sole. (vedi Apollo)
Giganti – figli della terra, nati dal sangue di Urano. Sono creature mortali
Giocasta – moglie di Laio, re di Tebe; figlia di Meceneo e madre di Edipo
Iacco – dio che guida la processione degli iniziati ai misteri eleusini
Nausicaa – figlia di Alcinoo, re dei Feaci, e di Arete
Ninfa – giovane donna che popola la campagna, i boschi e le acque: è uno spirito dei campi e della natura
Prassidiche – Triade divina della giusta punizione e della vendetta.
Proteo – dio del mare incaricato di pascolare gli animali marini di Poseidone
Satiro – demonio della natura, metà cavallo o caprone e metà uomo
Siringa – amata da Pan
Stige – fiume degli inferi
Titani – 6 figli di Urano e Gaia
Titanidi – 6 figlie di Urano e Gaia

.

Altri dei ed eroi della mitologia romana

Camene – ninfe profetiche
Concordia – dea dell’armonia della comunità
Conso – la conservazione del raccolto
Dis Pater – dio del mondo sotterraneo e delle ricchezze del sottosuolo
Fabulinus – divinità minore, protettore dei bambini
Falacer – probabilmente protettore delle greggi mediante palizzate
Fauno – protettore dei pastori
Feronia – signora dei luoghi selvaggi
Fontus – il dio delle fonti
Giuturna – dea delle fonti e delle fontane
Lari – spiriti degli antenati, protettori della famiglia e dello Stato
Liber – dio della fecondità e del vino
Maia – la forza generatrice della Terra Madre
Mithra – dio misterico del Sole importato dalla Caldea
Pale – protettrice del bestiame e della pastorizia
Penati – gli dèi del centro della casa e dello Stato
Pomona – patrona della fruttificazione
Portuno – dio degli attraversamenti, del porto e poi delle porte della città
Robigus – la “ruggine”, malattia del grano
Roma – divinizzazione dell’Urbe nelle province orientali
Rumina – colei che fornisce il latte materno
Silvano – dio delle selve e delle campagne, protettore delle selve e degli arboreti
Tiberino – dio del Tevere
Vaticano – il nume che apre la bocca al neonato, permettendogli di emettere il primo vagito

.