La solennità cattolica del Corpus Domini (espressione latina che significa Corpo del Signore) chiude il ciclo delle feste del dopo Pasqua e vuole celebrare il mistero dell’Eucaristia.

La sua istituzione si deve ad una suora che nel 1246 per prima volle celebrare il mistero dell’Eucaristia in una festa slegata dal clima di mestizia e lutto della Settimana Santa. Il suo vescovo approvò l’idea e la celebrazione dell’Eucaristia divenne una festa per tutto il compartimento di Liegi, dove il convento della suora si trovava. 
Qualche anno dopo, nel 1263, un sacerdote mise in discussione il valore della celebrazione dell’Eucaristia, ma durante la funzione che stava officiando l’Ostia benedetta sanguinò e gocce di sangue caddero sul bianco corporale di lino.
Il corporale fu portato a Orvieto, nel cui Duomo ancora oggi è custodito. 
Venuto a conoscenza dell’accaduto Papa Urbano IV istituì ufficialmente, l’8 settembre 1264  con la Bolla Transiturus de hoc mundola, la festa del Corpus Domini estendendola dalla circoscrizione di Liegi a tutta la cristianità.

Ferdinando Cavalleri – Processione del Corpus Domini con Papa Gregorio XVI in Vaticano (Wikipedia – Pubblico dominio)

La data della sua celebrazione fu fissata nel giovedì seguente la prima domenica dopo la Pentecoste. Attualmente il rito viene celebrato la Domenica successiva.

La Processione del Corpus Domini di Santa Maria di Licodia (Wikipedia – Pubblico dominio)

Durante la festa del Corpus Domini si svolgono solenni processioni in cui viene mostrata pubblicamente e solennemente l’Eucaristia ai fedeli.