Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Articoli con tag Khalil Gibran

Mare, amaramente mare…

Mare, amaramente mare…

Con alcuni versi di Khalil Gibran e di Nazim Hikmet onoriamo la maestosità del mare pur sottolineando l’amarezza che pervade i versi di questi due poeti. Corrediamo il post inserendo alcune elaborazioni grafiche che abbiamo ritenuto particolarmente attinenti ai versi pubblicati. Sabbia e spuma Per sempre me ne andrò per questi lidi, Tra la sabbia […]

‘Il pettirosso’, una poes...

‘Il pettirosso’, una poesia di Khalil Gibran

O pettirosso, canta, che è nel canto il segreto dell’eternità! Avrei voluto essere come sei tu, libero da prigioni e catene.. Avrei voluto essere come sei tu… anima che si libra sulle valli libando la luce come vino da ineffabili coppe. Avrei voluto essere come sei tu, innocente, pago e felice, ignaro del futuro e […]