Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Articoli nella categoria Cucina

Roma – La misteriosa Porta Alchemica ...

La Porta Alchemica, detta anche Porta Magica o Porta Ermetica o Porta dei Cieli, è un monumento edificato tra il 1655 e il 1680 da Massimiliano Palombara marchese di Pietraforte (1614-1680) nella sua residenza, villa Palombara, sita nella campagna orientale di Roma sul colle Esquilino nella posizione quasi corrispondente all’odierna piazza Vittorio, dove oggi è […]

Pasta con le sarde

Sarde, sardine, acciughe, fanno parte della grande famiglia del “pesce azzurro”. E’ così detto perchè questa specie migratoria viene pescata in quantità quando si avvicina alle acque costiere, azzurre e luccicanti. Consumate fresche o salate o ancora, ridotte a una salsa salata ottenuta dalla loro decomposizione, le sarde erano fortemente apprezzate nell’epoca classica. Il loro […]

Cucina siciliana – Gelato di ge...

Primi degustatori ne furono gli arabi che usarono aromatizzare la neve delle “nivere” di montagna per farne gustosi sorbetti. I siciliani ne fecero tesoro, se è vero che dal Rinascimento in poi erano isolani i gelati più in voga d’Europa. L’aroma di gelsomino, molto diffuso nel Trapanese, ci riporta alle origini. Non paia superfluo però, […]

Gelato di frutta

Non meravigli che siano stati gli arabi ad introdurre il gelato, particolarmente quello di frutta. Nell’Isola era infatti diffusa la pratica delle nivere, fosse scavate in montagna nelle quali veniva conservata (coperta da frasche, paglia e terra) la neve caduta in inverno e che veniva consumata o utilizzata in estate. Gli arabi partirono da questa […]

Bianco mangiare

Già a partire dal quattordicesimo secolo sono presenti nel vocabolario franco-italiano forme linguistiche che preludono al nostro “biancu manciari“. La presenza di latte (di mandorla in origine, poi ovino e bovino), di amido, zucchero e riso è costante nel tempo, anche se le componenti andranno via via arrichendosi di vaniglia, cannella, buccia di limoni, cioccolato […]

Busiati al ragù di maiale

Tra l’immensa varietà di pasta fresca, fatta in casa, i “busiati” sicuramente sono quelli più noti. Questo tipo di pasta prende il nome dalla “busa”, il ferro da calza con la quale le massaie si sono sempre aiutate per prepararli. L’esigenza di una buona cottura fece si che la pasta cominciò ad essere “incavata”, “schiacciata”, […]

Mustazzoli di Erice

Mustazzoli di Erice

Con il termine “Mustazzola”, si hanno in Sicilia specialità del tutto diverse da località a località, nella maggior parte dei casi sono dei biscotti. Ma da dove viene il termine? Non dal latino mustum (il mosto), ma da mustace, una specie di alloro: i nostri progenitori infatti preparavano il “mustaceum”, una focaccia per “nozze”, un […]

Pasta a picchio pacchio

Quando si dice visibilità della lingua! L’onomatopea, che concretizza la salsa a picchio pacchio, nella ripetizione variata dello stesso suono (chiò) fa schioccare la lingua contro il palato: coinvolge così, le parti centrali della bocca deputata a registrare il gusto dei prodotti commestibili. L’intingolo, che l’onomatopea sottointende è di per sè gustastabilissimo: cipolla a fette, […]

Pasta con le vongole in bianco

Pasta con le vongole in bianco

Un primo piatto che ha veramente sapore e profumo di mare. Le vongole, insieme alle cozze ed ai ricci, sono oggi i pochi esemplari della fauna marina conosciuti dai più. La depauperazione dei nostri litorali e l’inquinamento, stanno facendo scomparire altri frutti, quali la porpora (muccuni), la ciocchiola di mare (conche) il “piè d’asino”, la […]