Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
La tragica vicenda di Leandro ed Ero

La tragica vicenda di Leandro ed Ero

Pierre Claude François Delorme – Ero e Leandro – Musée des beaux-arts de Brest – Wikipedia, pubblico dominio

Tutti i racconti mitologici a noi tramandati ci hanno sempre riservato storie d’amore incredibili, passioni travolgenti, amori impossibili e spesso tragici. Quest’ultimo scioglimento, ad esempio, è il finale destinato alla vicenda della coppia di innamorati formata da Ero e Leandro.

Di loro si narra che Ero era una giovane sacerdotessa di Afrodite presso Sesto, mentre Leandro era un romantico e impavido abitante di Abido, ubicata sull’altra riva dell’Ellesponto.

Il primo incontro tra Ero e Leandro avvenne in occasione di una festa organizzata in onore di Afrodite.
Tra i due giovani scoppiò subito un amore intenso e cocente ma Ero, avendo deciso di dedicare e consacrare la propria vita alla capricciosa dea dell’Amore di cui era sacerdotessa, fu costretta a mantenere segreta la passione che la legava al giovane Leandro.
I due così escogitarono un piano per riuscire ad incontrarsi clandestinamente e concedersi l’una all’altro: Leandro, infatti, con il favore di una luce posta sulla finestra dell’amata, ogni notte attraversava l’Ellesponto a nuoto, fino a raggiungere l’altra sponda in cui abitava Ero.

Ma il destino aveva in serbo per loro una brutta sorpresa. Una notte, purtroppo, la luce sulla finestra di Ero si spense. Leandro rimase in acqua, senza punti di riferimento utili e andò incontro ad una terribile morte per annegamento.  

Il giorno seguente, Ero scoprì il cadavere dell’amato e, vinta da un’insopportabile morsa di dispiacere e dolore, si tolse la vita gettandosi giù dalla torre.

Domenico Fetti – Kunsthistorisches Museum Vienna, Gemäldegalerie – Ero piange il morto Leandro – GG 160 – Kunsthistorisches Museum – Wikipedia, pubblico dominio

Della triste vicenda, si hanno chiare menzioni nelle Georgiche di Virgilio, nell’Ars Amatoria di Ovidio e in un’opera epistolare – l’Heroides – scritta dal poeta greco Museo Grammatico nel V secolo D.C.
Il mito di Leandro ed Ero, inoltre è anche oggetto di disparate opere pittoriche, mosaici e rilievi…

 

Stralcio testo tratto dalla pagina: questopiccolograndemondo.blogspot sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

.