Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
Categoria: <span>Mitologia greco_romana</span>

Categoria: Mitologia greco_romana

La ninfa Talia (Thalia)

Nella mitologia greca, Thalia o Thaleia (greca: Θάλεια Thaleia “la gioiosa, l’abbondanza”, da θάλλειν / thallein, “a fiorire, per essere verde”) era una ninfa figlia di Efesto. È stata anche data come divinità secondaria antropomorfa della vita vegetale e dei germogli, forse come il culmine della trasmissione della conoscenza sull’uso …

Pothos, la personificazione del desiderio sessuale

Pothos (o Pothus) era il dio del desiderio sessuale ma soprattutto la personificazione del dolore nostalgico per la lontananza della persona amata. Figlio di Afrodite e Crono o, secondo alcuni scrittori classici tardivi, figlio di Zefiro (il vento di ponente) e Iris (l’arcobaleno), Pothos, rappresentando le passioni variegate dell’amore, è considerato uno degli dèi alati noti come Erotes (1). Le rappresentazioni …

La versione romana dell’Ade: Plutone ed il suo regno

“Plutone era il Dio indivisibile, figlio di Saturno (Crono) e di Rea, inghiottito dal padre, ritornato alla luce, quando, nella spartizione del dominio gli era toccato il regno del sottoterra, vi era disceso per sempre… Formidabile sovrano, Plutone; raramente lo si nominava, molto lo si temeva; era il Dio dell’oltretomba, …

Moros, la personificazione del destino

Nella mitologia greca Moros è la personificazione del destino avverso ed inevitabile, che porta ogni essere, mortale o meno verso la sua fine prestabilita. Si sa molto poco su di lui, a parte che è onnipresente, onnisciente e onnipotente, neppure Zeus può sconfiggerlo. Moros è figlio di Nyx e fratello di altre divinità quali Eris, Thanatos e Hypnos. Secondo la tradizione …