Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
29 settembre, festa liturgica dei tre santi Arcangeli

29 settembre, festa liturgica dei tre santi Arcangeli

Il 29 di settembre la Chiesa commemora la festa liturgica dei tre santi Arcangeli 

Francesco Botticini – Tre Arcangeli con Tobia, Galleria degli Uffizi – Wikipedia, pubblico dominio

Il nuovo calendario ha riunito in una sola celebrazione i tre arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele, la cui festa cadeva rispettivamente il 29 settembre, il 24 marzo e il 24 ottobre.   Dell’esistenza di questi Angeli parla esplicitamente la Sacra Scrittura, che dà loro un nome e ne determina la funzione.

  • San Michele, l’antico patrono della Sinagoga, è ora patrono della Chiesa universale; 
  • San Gabriele è l’angelo dell’Incarnazione e forse dell’agonia nel giardino degli ulivi;
  • San Raffaele è la guida dei viandanti.

Stralcio testo tratto dalla pagina: novena.it sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

.

,

Filippino Lippi – Tre arcangeli e Tobiolo (1485) – Wikipedia, pubblico dominio

Confidare negli angeli come saggi custodi e amorevoli guide, e intrattenere con le creature celesti un rapporto di amichevole familiarità significa poter contare sul loro appoggio quando la nostra inadeguatezza ci fa sentire impotenti dinanzi a complesse e spinose questioni personali o alle dolorose e strazianti tragedie che si verificano nel mondo. Invocare l’assistenza angelica può miracolosamente contribuire alla soluzione dei problemi del pianeta e del nostro quotidiano, e in particolare l’intercessione di Gabriele consente alla saggezza divina di illuminare il nostro cammino quando le circostanze e gli eventi ci impongono scelte che evidenziano la nostra umana fragilità e il nostro bisogno di aiuto.

Gli Arcangeli Raffaello, Michele e Gabriele- olio su tela di Michele Tosini (Michele di Ridolfo del Ghirlandaio), Badia a Passignano – Wikipedia, pubblico dominio

Stralcio testo tratto dalla pagina: coachingandflowers.blogspot.com sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

.

.