Il Pinturicchio (1454 – 1513)

.

Pinturicchio, autoritratto – Cappella Baglioni a Spello (Wikipedia – Pubblico dominio)

Bernardino di Betto Betti, più noto come Pinturicchio o Pintoricchio (Perugia, 1452 circa – Siena, 11 dicembre 1513), è stato un pittore italiano.

Il soprannome di Pinturicchio (“piccolo pintor”, cioè “pittore”) derivava dalla sua corporatura minuta: egli stesso fece proprio quel soprannome usandolo per firmare alcune opere.

Fu un artista completo, capace di padroneggiare sia l’arte della pittura su tavola, che l’affresco e la miniatura, lavorando per alcune delle più importanti personalità del suo tempo. Fu uno dei grandi maestri della scuola umbra del secondo Quattrocento, con Pietro Perugino e il giovane Raffaello. Giorgio Vasari descrisse la sua biografia in Le Vite del 1568 (Bernardino Pinturicchio) citando nella parte finale anche Nicolò Alunno di Foligno.

Subito dopo la sua iscrizione all’Arte dei Pittori a Perugia (1481) Pinturicchio era partito per Roma, sospendendo i suoi rapporti con la città natale, in cui fece ritorno solo verso il 1485, facendo per un certo periodo la spola tra Roma e l’Umbria. Nel 1485 dipinse un perduto “Padiglione del Sacramento” per le monache di Monteluce e nel 1486 risulta un pagamento per una lunetta nel palazzo dei Priori a Perugia, che è in genere identificata con la Madonna col Bambino e due angeli nella sala dei Catasti, dove è presente anche la mano di un collaboratore, forse Bartolomeo Caporali. I due pittori erano sicuramente legati da rapporti fiduciari, come testimonia una delega di Pinturicchio al secondo per rappresentarlo presso la Compagnia di San Giuseppe a Perugia nel 1489.

Gli affreschi con Storie di san Bernardino nella Cappella Bufalini della chiesa romana dell’Aracoeli sono la prima grande prova dell’arte di Pinturicchio. Vengono in genere datati al 1484-1486 e appartengono a quel periodo in cui la carenza di grandi maestri sulla piazza romana favorì l’ascesa di nuovi talenti. 

Molte sue opere sono fuori della sua regione, come gli affreschi per Santa Maria del Popolo e Santa Maria in Aracoeli a Roma, gli Appartamenti Borgia in Vaticano, e nell’ultima parte della sua vita alla Libreria Piccolomini a Siena, dove muore nel 1513.

-,

stralcio testo tratto dalla pagina: museionline.info sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura…

 

(cliccare sulle immagini per ingrandirle).

Pinturicchio – Virgin and Child – 1944.89 – Cleveland Museum of Art (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio – La crocifissione con Santi Girolamo e Cristoforo (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio, Sant’Agostino tra i flagellanti (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio – Annunciazione (dettaglio) (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio – L’incoronazione di Papa Pio III (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio, storie di san giovanni battista, 1504, Siena, duomo (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio – Susanna e gli anziani, dettaglio (Wikipedia – Pubblico dominio)

Pinturicchio – Adorazione dei pastori e arrivo dei Magi (Wikipedia – Pubblico dominio)