Nato il 12 maggio 1828 a Londra, fu battezzato secondo il rito cristiano con il nome di Gabriel Charles Dante Rossetti.
Grazie alla sua grande sensibilità e ad un ambiente ricco di fermenti culturali si interessa fin da piccolo alla pittura e alle più varie discipline artistiche.

Poco più che adolescente è la passione delle lettere a prevalere. Divora letteralmente i volumi di poesia medievale italiana e francese e inizia a scrivere autonomamente alcuni poemi, colmi di personaggi eroici o altamente drammatici..

Nel 1848, insieme ad altri due artisti del calibro di Hunt e Millais, dà vita alla “Confraternita Preraffaellita“, un progetto che intende essere nello stesso tempo un gruppo di lavoro e la concretizzazione di una visione estetica basata sul rifiuto della pittura accademica di origine rinascimentale (da qui l’atteggiamento polemico nei confronti della pittura anteriore a Raffaello).
Lo stile si ispira fortemente alla cultura medievale e primo rinascimentale ed è basato sulla ricerca di una “verità” di rappresentazione che passa anche per un uso peculiare dei mezzi coloristici. Infine, il gruppo desiderava ribellarsi alla natura convenzionale della società Vittoriana.

Il fenomeno dell’arte preraffaellita, anche per il periodo in cui si manifesta, è un’ultima manifestazione del romanticismo inglese ed insieme anche il contributo anglosassone alle poetiche simboliste europee che partecipano al decadentismo di fine secolo (il medioevo dei preraffaelliti è infatti molto letterario, basato su una rievocazione che che è più legata al mito che non alla riscoperta vera del periodo medievale).

Tornando specificatamente a Rossetti, il 1849 è l’anno dell’amore con Elizabeth Siddal una passione travolgente ma anche un sentimento fortissimo, con si esaurirà che fino alla sua morte dei due. L’amante di Rossetti divenne la modella della maggior parte dei suoi quadri e anche il soggetto di un largo numero di disegni. Qualcuno ha parlato addirittura di ossessione…
Questo, fra l’altro, è un momento della sua ricerca estetica, connesso con l’assunzione di droghe, che lo debiliteranno non poco, fino quasi alla morte.

Quando Rossetti morì, il 9 aprile 1882, si trovava in debiti finanziari. Il cimitero di Highgate, nel quale era sepolta anche Siddal, si rifiutò di seppellire i resti dell’artista, che venne quindi esumato in Burchington Churchyard.

Stralcio testo tratto dalla pagina biografieonline.it sulla quale vi suggerisco di continuare la lettura: pagina rilasciata con licenza CC BY-NC-ND 2.5 IT

.
(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Lady Lilith, di Dante Gabriel Rossetti (1866–1873), Delaware Art Museum – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Penelope – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Venus Verticordia (Venere “che apre i cuori”) – Russell-Cotes Art Gallery & Museum – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – La Ghirlandata, 1873 –
Galleria d’arte della Guildhall – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Venere Verticordia -Tate Britain – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Proserpina, 1880 – Tate Britain – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Astarte siriaca – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Sirena Ligeia – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Mnemosine (Ricordanza) – Delaware Art Museum – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Pandora, 1871 – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Sibilla Palmifera, 1866 – Lady Lever Art Gallery – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Elena di Troia, 1863 – Hamburger Kunsthalle – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Bocca Baciata, 1859 – Museum of Fine Arts Boston – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – La vedova romana, 1874 – Ponce Museum of Art, Porto Rico – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Il sogno ad occhi aperti, 1880) – Victoria and Albert Museum – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Beatrice incontra Dante a una festa di matrimonio che gli nega il suo saluto – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – La melodia delle sette torri, 1857 – Tate Britain – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Come Sir Galahad, Sir Bors e Sir Percival furono nutriti con il Sanct Grael; ma la sorella di Sir Percival morì nel frattempo, 1864 – Tate Britain – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – L’Amata o La Sposa – Tate Britain – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Pia de’ Tolomei –
Spencer Museum of Art – Wikipedia, pubblico dominio

Dante Gabriel Rossetti – Una visione di Fiammetta – Wikipedia, pubblico dominio

Condividi: