Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

Federico García Lorca: “La luna”

Federico García Lorca è considerato il più popolare poeta di lingua spagnola e uno dei principali rappresentanti del teatro moderno. Nato a Fuente Vaqueros nel 1898 è stato assassinato, perché di sinistra e omosessuale, a Víznar il 19 agosto 1936.
Lorca appartenne alla cosiddetta generazione del ’27, un gruppo di scrittori che affrontò le avanguardie europee con eccellenti risultati.
In questa sede riportiamo una sua breve poesia: “La luna”

.

Quando spunta la luna
tacciono le campane
e i sentieri sembrano
impenetrabili.
Quando spunta la luna
il mare copre la terra
e il cuore diventa
isola nell’infinito.

.

Similar posts
  • Note biografiche su Domenico (Micio) ...
    Ricordi di ieri e riflessioni di oggi Piccoli flash che ci regala  Nuccia Di Franco Lino   Domenico (Micio) Tempio . Nasce a Catania il 22 agosto 1750, terzo figlio di Giuseppe Tempio e di Apollonia Arcidiacono. Il padre, un piccolo commerciante di legname, non si poteva permettere i mezzi per farlo studiare, quindi Domenico […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *