Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)
La ghiandola pineale: il terzo occhio onnisciente

La ghiandola pineale: il terzo occhio onnisciente

Vi riporto una pagina pubblicata da tempo su un mio blog (Sfruttiamo il web, 15/09/2008) e ne approfitto per cambiare l’immagine inerente il papa

Lo scopo primario nella pratica della meditazione, e’ proprio quello di riattivare la ghiandola pineale.

Ghiandole pineali ipofisarie – Wikipedia, pubblico dominio

L’occhio che vede tutto, “The all seeing eye“, simboleggia proprio il TERZO OCCHIO ONNISCIENTE.
La Ghiandola pineale produce ciò che e’ comunque conosciuto come DMT, sostanza in grado di portare l’individuo ad avere viaggi extradimensionali, e extratemporali. 
Ciò accade di notte durante i sogni, quando la Ghiandola pineale e’ maggiormente attiva. Apparentemente, ad oggi non si da’ molta importanza al terzo occhio come in passato ciò ha portato ad atrofizzare graduale di tale organo ed alla perdita di valori “obsoleti” quali la spiritualità, l’amore per il prossimo ma ciò coincide “incredibilmente” anche con un rimbambimento delle masse. 
All’interno della Ghiandola pineale scorre acqua, che con il passare del tempo calcifica. Questo porta ad una atrofizzazione della Ghiandola. Tale processo di calcarizzazione ed atrofizzazione viene accelerato prevalentemente a causa dell’alimentazione moderna: bibite gassate, acqua fluorizzata, zuccheri raffinati. La Ghiandola pineale si attiva e si “decalcifica” di notte, con l’oscurità e con il sonno, pertanto per riattivare tale organo atrofizzato, nella maggior parte della gente sono necessarie queste due azioni: dormire e meditare.

Pineale deriva da pino, la Ghiandola pineale quindi ottiene il suo nome proprio da pino, perché ha la forma di pigna.

Fontana della Pigna (I secolo d.C.) – Wikipedia, foto di Wknight94 rilasciata con licenza CC BY-SA 3.0

La statua che vedete a lato è sita in Piazza della Pigna (Città del Vaticano)… Se guarderete con occhio critico la foto vi accorgerete che tale statua ha simboli egiziani. Ai lati della pigna ha due pavoni, simbolo molto usato dagli antichi egizi, invece ai piedi della statua vi è un sarcofago egiziano aperto… Il sarcofago aperto simboleggia la fine della morte, e la transizione verso la vita puramente spirituale. Tale elemento della composizione è presente anche nella grande piramide di Giza, nella camera del re. Anche lo scettro del dio egizio Osiris riporta lo stesso stemma adottato in seguito dal Vaticano. Esso e’ costituito da una ghiandola pineale in cima e da due serpenti incrociati ( il DNA ) che raggiungono la ghiandola, passando attraverso la spina dorsale. Il dio egiziano Osiris, viene raffigurato con una protuberanza sul cranio. Tale sporgenza simboleggia il Terzo Occhio, organo che gli “antiquati” egizi conoscevano molto bene. Anche Shiva, la dea indiana della, distruzione, viene rappresentata allo stesso modo, con il cranio che presenta un’evidente sporgenza con dei serpenti attorno.

Anche nello scettro del papa, come nello scettro di Osiris è stato posto non a caso il simbolo della ghiandola pineale (sotto il crocifisso )

Nei vangeli ci sono varie citazioni riguardo la ghiandola pineale… La prima citazione fa riferimento alla natura della ghiandola pineale e mette in evidenza l’importanza di tenere il Terzo Occhio aperto… La lucerna del corpo è l’occhio; se dunque il tuo occhio è chiaro, tutto il tuo corpo sarà nella Luce; ma se il tuo occhio e’ malato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la Luce che è in Te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!” (Matteo 6:22) La seconda citazione ci dice invece che nell’oscurità e durante il sonno il Tero occhio si riattiva “illuminandoci”.
“Il popolo che giaceva nella tenebre, ha veduto una gran Luce; su quelli che giacevano nella contrada e nell’ombra della morte, una Luce s’è levata.”(Matteo 4:16) 

Papa Francesco con la ferula dello scultore Lello Scorzelli – Wikipedia – Foto di Emiliovillegas24, opera propria rilasciata con licenza CC BY-SA 3.0

Il Vaticano è da sempre custode di grandi segreti di importanza vitale per gli uomini, perché non far venire niente a galla? 
Il Vaticano tiene per se la Spiritualità vera, e dà ai Fedeli ciò che è una parodia di culti più antichi, quale il culto solare, il mitraismo, il culto dei morti egiziano. 
Tra tante frottole e mistificazioni una verità c’è, sta a Te scoprirla. Dovrai riattivare il tuo Terzo Occhio per vederla.

.

.