Elaborato sull’immagine di Kev from Pixabay

La lepre un giorno si vantava con gli altri animali:
Nessuno può battermi in velocità – diceva – Sfido chiunque a correre come me.-
La tartaruga, con la sua solita calma, disse:
Accetto la sfida. –
Questa è buona! – esclamò la lepre; e scoppiò a ridere.
Non vantarti prima di aver vinto – replicò la tartaruga.
Vuoi fare questa gara?
Così fu stabilito un percorso e dato il via. La lepre partì come un fulmine: quasi non si vedeva più, tanto era già lontana. Poi si fermò, e per mostrare il suo disprezzo verso la tartaruga si sdraiò a fare un sonnellino.

Elaborato sull’immagine di Doug Morris from Pixabay

La tartaruga intanto camminava con fatica, un passo dopo l’altro, e quando la lepre si svegliò, la vide vicina al traguardo. Allora si mise a correre con tutte le sue forze, ma ormai era troppo tardi per vincere la gara.
La tartaruga sorridendo disse: “Chi va piano va sano e va lontano

Stralcio testo tratto da: tanogabo.it/Alcune favole di Esopo

.


 

Condividi: