Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

La storia di Aretusa

Aretusa, figlia di Nereo e di Doride, amica della dea Artemide (Diana), fu trasformata da quest’ultima in una fonte di acqua dolce che sgorga lungo la riva bagnata dalle acque del porto grande di Siracusa. 
La metamorfosi fu attuata per sottrarre la timida ninfa alla corte del dio Alfeo

Fontana Aretusa – Siracusa

Fontana Aretusa – Siracusa

Costui, però, è una divinità fluviale, quindi scorrendo sotto le acque del mare Egeo, arriva in prossimità della fonte nella quale era stata trasformata la sua amata per consentire alle sue acque di raggiungere quelle della fonte stessa e quindi mescolarsi con loro.
In realtà, Alfeo era un piccolo fiume della Grecia che effettua un breve tragitto in superficie per poi scomparire sotto terra. Quando i Greci trovarono la piccola sorgente nei pressi della fonte di Aretusa, trovarono la spiegazione fantasiosa alla scomparsa del fiume Alfeo in Grecia, che sarebbe riapparso in superficie in Sicilia.

Aretusa è raffigurata nelle monete siracusane con la testa circondata da guizzanti delfini.
L’immagine è stata ripresa anche nella vecchia e fuoricorso banconota da cinquecento lire, emessa il 23/04/1975

banconota_500_lire

 

vedi anche: Alfeo ed Aretusa

.

.

 

.

Similar posts
  • L’elmo di Milziade, l’eroe di Maraton... La battaglia di Maratona è un simbolo. E’ entrata nell’immaginario collettivo perché, se l’esito dello scontro fosse stato diverso, è probabile che l’Occidente, come noi lo intendiamo, non sarebbe mai nato. Ma non tutti sanno che, ancora oggi, come testimone dell’evento, con occhi di bronzo e sguardo fiero e minaccioso sopravvive l’Elmo di Milziade. . [...]
  • Artemisia, la regina di Caria Artemisia, il cui nome deriva dalla dea della caccia Artemide, nacque da Ligdami I, il satrapo di Alicarnasso, e da una cretese. Dopo la morte del marito, Artemisia salì al trono come tutrice del figlio Pisindeli, a causa della sua minore età. Il suo regno, che dipendeva formalmente dall’ impero achemenide, si estendeva per la regione [...]
  • Il mito di Atlantide Breve sintesi del mito di Atlantide tratta da una pagina pubblicata da Giuseppe D’Auria sul sito del comune di Pignataro. Atlantide, il continente perduto, fu sommerso in un solo giorno, i suoi abitanti spazzati via in un istante, inabissati dall’ira del Padre degli dèi. Questa leggenda è stata terreno fertile per l’immaginazione e la letteratura, [...]
  • Torrone (cubbàita) Non c’è festa popolare in Sicilia dove mancano i “turrunari”. Il torrone infatti è diffuso in tutta l’isola. L’origine del dolce è araba, come lo è anche la parola qubbayt, che in siciliano è diventata “cubbàita”. Originariamente era fatto con miele, mandorle e “giuggiulena”, semi di sesamo lasciati dagli arabi a Siracusa. Molte le varietà [...]
  • La Grecia tra storia e leggende Storia: le origini La penisola greca è la meta di periodiche migrazioni di popoli. Nel II millennio a.C. si stanziano sul suo territorio popolazioni indoeuropee provenienti da oriente, ribattezzando la penisola con il nome di Ellade. La conformazione del territorio è principalmente montuosa, un aspetto che contribuisce in modo determinante ad ostacolare l’unificazione dei villaggi [...]